Nocera Inferiore, 11 giugno 2017-11 dicembre 2019 ma il calendario va oltre…

E’ una ricorrenza, sarà giro di boa, di metà mandato, per l’attuale amministrazione Torquato, che avrà a disposizione altri due anni e mezzo prima di dover per forza di norme – nel senso del sindaco in carica – lasciare il testimone. L’11 dicembre sarà però solo una data simbolica. I sussurri del Bar della Politica – più d’uno in verità – parlano di primavera inoltrata – ovvero a elezioni regionali consumate – per l’ultimo tentativo di ridare slancio ulteriore all’azione amministrativa, tentativo destinato a passare per cambi notevoli in Giunta, roba che era stata annunciata per l’estate del 2019 che sta per andar via e che invece ha riguardo solo la staffetta Piccolo-Prisco. Degli attuali assessori, resterebbero in tre o quattro su sette. Novità previste sia nella rappresentanza del Pd che nei civici moderati, qualcuno aggiunge persino nei Torquato boys, ma il tutto dovrà esser fatto rispettando il 3 su 7, cioè la presenza di quote rose in giunta. Su chi resterà, non vi sono dubbi, basta dare un’occhiata all’attività quotidiana e alla considerazione presso il primo cittadino dei diretti interessati. Su chi non resterà, qualche dubbio in più, dettato non solo dal rosa prima accennato. Su chi entrerà, almeno quattro o cinque ipotesi, tra novità assolute e qualche ritorno, al momento nomi tutti in azzurro, nel senso di genere, e quindi da scremare e da integrare necessariamente con l’altro colore di genere.