Nocera. I letti non entrano nell’ascensore: la Regione chiede lumi all’Asl Salerno

I letti del reparto di Medicina dell’ospedale nocerino Umberto I non entrano negli ascensori: la Regione chiede lumi al commissario straordinario dell’Asl Salerno, Mario Iervolino. Che, a sua volta, invita la direzione sanitaria del nosocomio di viale san Francesco a scrivere un report che chiarisca la situazione. Il primo, in ordine di tempo, a voler capire il reale stato della vicenda è il consigliere regionale dei Verdi, Borrelli; presenta infatti una interrogazione. Gli fa eco, la collega del M5S, Valeria Ciarambino, che qualche giorno fa è tornata alla carica. Da qui, la necessita’ di capire.

Ma facciamo un passo indietro. Il tutto nasce a fine settembre quando Medianews24.it lancia la notizia  pochi giorni dopo la inaugurazione del reparto, alla presenza del presidente della Regione.

Non ci vuole molto per capire che qualcosa non va. I letti sono a norma, rispettano le attuali normative europee; gli ascensori sono datati. Così, le due cose collimano poco. Gia, perchè i letti se smontati, riescono ad entrare nell’impianto di sollevamento. Smontati si intende la parte anteriore, la “testa”, capace di abbassarsi  o togliersi, nel nostro caso. A questo, però, si deve aggiungere che l’infermiere non deve essere troppo in carne. Potrebbe anche strappare un sorriso, ma è così. Lo spazio è poco.

I vertici, comunque, come gia’ detto in precedenza, stanno ipotizzando la rivisitazione degli ascensori. Non si tratta di abbattere muri ma rivedere la apertura degli impianti.