Negato imbarco di un paziente, monta la polemica

Una paziente a bordo di un’ambulanza e reduce da una terapia è stata bloccata nel porto di Napoli a causa dell’impossibilità di imbarcarsi a bordo della nave diretta a Capri, isola dalla quale la paziente, residente caprese, è partita questa mattina alle 7. La situazione si è venuta a creare a seguito della volontà delle compagnie di navigazione di attenersi alla normativa che vieta ai passeggeri di effettuare il viaggio in mare in garage. Al riguardo il sindaco di Capri Marino Lembo, ha emesso un’ordinanza pochi giorni fa rivolta alle compagnie di navigazione e alle Capitanerie di Porto di Capri, Sorrento, Napoli e Castellammare di Stabia, nonché all’Asl, alla Regione e al Ministero dei Trasporti, proprio con l’intenzione di sbloccare la situazione e imporre alle compagnie il trasferimento di pazienti allettati a bordo di ambulanze. Già in occasione del viaggio di andata si era presentato lo stesso problema, ma la paziente, ancora in grado di muoversi, era uscita dal mezzo, un’ambulanza dell’associazione di volontariato Croce Azzurra di Padre Pio onlus, e aveva trascorso il viaggio nell’area riservata ai passeggeri. La situazione è cambiata al ritorno, dopo la terapia, con la paziente impossibilitata a lasciare il lettino all’interno dell’ambulanza giunta al porto alle 11.50. L’imbarco è stato negato sia per la nave in partenza da Napoli per Capri alle 12, sia per quella in partenza alle 12.40. La situazione si è poi sbloccata quando la donna si è resa disponibile a lasciare il mezzo e ad effettuare il viaggio in nave su una sedia a rotelle, nonostante le sue condizioni. Sul posto sono intervenuti anche il sindaco di Capri, Marino Lembo, e il consigliere comunale Enrico Romano: «Siamo venuti per dare solidarietà alla signora – spiega Lembo – ma la situazione si è sbloccata per un suo atto di disponibilità. Il problema invece resta nella sua gravità e bisogna risolverlo assolutamente». Le compagnie di navigazione hanno espresso la volontà di attenersi alla normativa che vieta ai passeggeri di effettuare il viaggio in mare restando in garage, circostanza che impedisce ai pazienti allettati di viaggiare a bordo delle ambulanze. A breve il sindaco di Capri parteciperà a un incontro nella sede della Capitaneria di Porto di Napoli proprio sul tema. «Domani abbiamo un altro malato grave che deve venire a Napoli – conclude Lembo – bisogna risolvere questo problema altrimenti si ripresenterà».