Nazionale Femminile, Italia-Giamaica 5-0, il ritmo è da anni settanta maschili ma lo spettacolo è straordinario

Continua la cavalcata della Nazionale di Milena Bertolini nei Mondiali femminili 2019: dopo l’Australia, a cadere per mano dell’Italia è la Giamaica, stesa da una tripletta di Cristiana Girelli, rimpinguata poi nel finale dalla doppietta di Aurora Galli. Le azzurre, già agli ottavi, balzano così in vetta al Gruppo C e contro il Brasile andranno a caccia di un pareggio che garantirà loro il primo posto del girone. Il primo guizzo arriva al 5′ a opera di Bonansea: brava Schneidera bloccare in due tempi la conclusione della numero 11, che poi al 9′ guadagna un penalty dopo aver subito una dura entrata da parte di Swaby. Sul dischetto si presenta Girelli, che prima si vede neutralizzare il rigore e poi, sulla riproposizione ordinata dall’arbitro Keighley, spiazza Schneider. L’asse tra le due juventine si ripete al 25′, quando sugli sviluppi di un corner di Giugliano il velo di Bonansea innesca la deviazione vincente di coscia di Girelli. Per le azzurre potrebbe arrivare addirittura il tris al 28′, ancora da un calcio d’angolo, ma la carambola impazzita vede prima Schneider salvarsi sul tocco ravvicinato di Bergamaschi e poi la traversa dire di no al tap-in di Sabatino. L’episodio scuote la Giamaica, che a ridosso della mezz’ora si fa vedere finalmente in avanti con la discesa a destra di Adamolekun, che crossa per Shaw, anticipata all’ultimo da Gama. La numero 11 caraibica si conferma pericolosa al 39′ con un tiro-cross che termina sull’esterno della rete.  All’alba della ripresa, le azzurre siglano il tris ancora grazie aGirelli: Giugliano fa partire un traversone di prima che l’attaccante della Juveinsacca di testa, complice l’uscita incerta di Schneider. Nonostante il risultato, laGiamaica non demorde e poco dopo si fa vedere con una discesa della solitaShaw, che stavolta scappa a Gama e serve Grey, la cui conclusione è respinta da Linari. Al 58′ le azzurre si fanno male da sole con l’errore in disimpegno di Giuliani, ma l’arbitro ferma tutto per intervento pericoloso su Gama di Shaw. Nel momento di maggior sofferenza dell’Italia, con tanto di traversa colpita dalla caraibiche con l’aiuto di Giuliani, arriva a sorpresa il poker grazie al gran destro dal limite di Galli, subentrata poco prima a Bergamaschi. All’81’ la numero 4 trova la sua personale doppietta grazie a un inserimento su pregevole suggerimento di Giugliano: è la ciliegina sulla torta.

Giamaica: Schneider; Campbell, Plummer, Swaby A., Blackwood; Adamolekun (76′ Silver), Solaun, Swaby C. (46′ Sweatman), Asher; Grey (66′ Brown), Shaw. A disp. Bond-Flasza, Cameron, Carter, Hudson-Marks, Jamieson, Matthews, McClure, Patterson, Shim. All. Menzies.

Italia: Giuliani; Guagni (57′ Boattin), Gama, Linari, Bartoli; Bergamaschi (65′ Galli), Giugliano, Cernoia; Sabatino, Girelli (72′ Giacinti), Bonansea. A disp. Fusetti, Marchitelli, Mauro, Parisi, Pipitone, Rosucci, Serturini, Tarenzi, Tucceri. All. Bertolini