Natale a Scafati: show di Aliberti sulla “colletta” di Salvati

Scafati. Polemiche, ironie e non poche critiche sulla programmazione natalizia messa a punto dalla Giunta Salvati che, con l’Ente in predissesto finanziario, ha deciso di autotassarsi per animare e allietare le festività degli scafatesi. Ogni membro della Giunta, a partire dal sindaco, dovrà mettere a disposizione una quota di tasca propria per finanziare le iniziative coincidenti con il proprio ambito di competenza, quindi con la propria delega.

L’ex sindaco Pasquale Aliberti, che faceva del Natale uno show americano, arrivando a spendere anche centocinquantamila euro (2015) per rassegna e addobbi, denuncia immediatamente la mancanza di una delibera relativa a “Natale insieme a Scafati” e, attraverso un video girato nei pressi di un noto bar di via Martiri d’Ungheria, diventa protagonista di un vero e proprio show.

Li chiama “Bugiardi e indebitati” che “Con 10 € ciascuno neppure Natale in casa Cupiello sponsorizzate”. Nel video Aliberti mette a disposizione 20 mila € per la rassegna natalizia di Scafati, cifra che dovrebbe ricevere dall’Ente comunale, a patto che ognuno degli attuali amministratori rinunci a due mesi di stipendio che fanno: ottomila euro per il sindaco, cinquemila euro per il vicesindaco, tremila e seicento euro per ogni assessore. Li appella come incompatibili che non pagano le imposte comunali Aliberti, e rilancia con i suoi ventimila euro per la rassegna di Natale.

Intanto tra poche ore (19.30), in piazza Vittorio Veneto, l’albero di Natale illuminerà d’immenso la città di Scafati.