Napoli, sconfitta di misura contro il Barcellona

Un buon Napoli, soprattutto nel primo tempo, si arrende al Barcellona che si aggiudica per 2 a 1 la prima della doppia sfida in terra americana. Ancelotti sceglie Mertens al centro dell’attacco con Insigne e Callejon al suo fianco e un centrocampo a tre con Zielinski piazzato davanti alla difesa e Fabian Ruiz e il nuovo arrivata Elmas spostati più avanti, In difesa davanti a Merete la coppia centrale composta da Manolas e Maksimivic e sulle fasce Di Lorenzo e Mario Rui. Parte bene la squadra azzurra che spreca un paio di occasioni con Insigne e Mertens ppoi nel momento migliore del Napoli una disattenzione di Maksimovic in difesa permette a Busquets  con un piazzato da fuori area di trafiggere Meret. Napoli sprecone, due chance d’oro prima del goal . Gli azzurri ripartono a testa bassa e dopo tre minuti ritrovano il pari con la solita azione Insigne -Callejon con lo spagnolo che dopo aver vinto un rimpallo costringe Umdidi a mettere la pallanella sua porta alle spalle di Neto. Nella seconda frazione di gioco parte meglio il Barcellona e il Napoli sembra arretrare. Poi la girandola delle sostituzioni con Valverde che manda in campo Rafinha e De Jong. Il Napoli gioca di rimessa e Milik si divora due gol e come nel primo tempo la classica disattenzione difensiva permette a Rakitc di infilare Meret con un tiro imprendibile da fuori area. Il tempo di una mancata espulsione di Hjsay e di un palo di Dembelè ma anche di un altro paio di occasioni sprecate con Insigne e Milik e termina la gara. Il Napoli esce a testa alta ma sconfitto dalla prima sfida contro il Barcellona