Napoli-Lazio 1-0, le pagelle

NAPOLI

Ospina 5,5 – Non benissimo sulla respinta che tiene viva l’azione della Lazio e porta al cross su cui nasce il rigore. Una goffa respinta si infila in porta, ma viene salvato dal fuorigioco.

Hysaj 4 – Lascia i compagni in 10 e rischia di rovinare la gara. Da dimenticare entrambi gli interventi.

Manolas 7,5 – Insuperabile. Si conferma il migliore in difesa, chiudendo senza sbavature nonostante quasi un’ora di assedio della Lazio.

Di Lorenzo 6,5 – Deve subito fare gli straordinari, poi dopo il rosso torna da terzino destro e può mostrare tutte le sue qualità nelle due fasi di gioco.

Mario Rui 6,5 – Ha poche possibilità per spingere, per gran parte del match è chiamato a spingere. Su una delle rare discese, è clamoroso l’incrocio dei pali all’85’.

Lobotka 6 – Non demerita, smista bene il gioco ed elude la pressione, sacrificato dopo l’espulsione per l’inserimento di un difensore (dal 22′ Luperto 6 – Una svirgolata, qualche disimpegno zoppicante, ma per il resto limita i danni)

Demme 7 – Solo col posizionamento dà equilibrio alla squadra, capendo quando c’è da pressare e quando c’è da compattarsi davanti alla difesa. Emblematico il fallo che subisce a fine primo tempo, piazzandosi davanti a Parolo ed assorbendo l’inserimento centrale. .

Zielinski 6,5 – Dopo il rosso riesce a sdoppiarsi bene nelle due fasi di gioco. Riesce ad essere lucido fino alla fine, sacrificando in chiusura da terzino.

Callejon 5 – Non incide più di tanto, poi in dieci uomini può dedicarsi ad un lavoro più senza palla che gli riesce abbastanza alla men peggio (dal 67′ Elmas 6 – Ha un buon impatto, chiude sull’esterno da terzino e poi con caparbietà riesce ad allungare la squadra)

Milik 5,5 – Dura la vita soprattutto nel secondo tempo, isolato e fatto fuori quasi sempre in mezzo a tre. Sfortunato su un colpo di testa ben indirizzato che dà a tutti l’illusione del gol. Generoso in pressione, nel finale arretra fino a chiudere nel cuore dell’area.

Insigne 7,5 – Rompe la maledizione con il gol, trovando il vantaggio al primo spunto dopo una bella percussione. Al di là del gol, si conferma il trascinatore della squadra. (dal 77′ Fabian sv)

 

 

 

 

 

 

LAZIO

STRAKOSHA 6 –  Non può nulla sulla rete siglata da Insigne. Rischia il pasticcio sulla conclusione di Milik ma anche il palo lo aiuta.

LUIZ FELIPE 5– Sul primo gol del Napoli si perde letteralmente Insigne che poi mette in rete. Nel primo tempo fa più errori che cose positive.

ACERBI 6,5 – Anche lui non impeccabile nella serata stregata di Napoli. Viene ammonito praticamente all’inizio della gara. Il VAR gli annulla la rete del possibile pareggio allo scadere.

RADU 6 -Una buona prestazione quella del difensore che mette in campo la solita grinta. Fa il suo e strappa la sufficienza. (69’ PATRIC  6– Entra bene in partita a dimostrazione del buon momento che sta vivendo).

LAZZARI 6,5– Ancora una buonissima prestazione del terzino che prende il campo a qualsiasi avversario sulla fascia. Puntuali i suoi, uno dei migliori. 

PAROLO 5,5 – Non una delle migliori apparizioni del centrocampista. Troppo lento e macchinoso nella manovra.

LEIVA 4 – Massa lo espelle per proteste, giuste ma ingenue, visto che il giallo rimediato un secondo prima era ingiusto.

LULIC  6– Lavora come sempre sulla fascia senza risparmiarsi mai. Fa anche delle buone chiusure. (75′ JONY  6 Entra bene in partita rendendosi percioloso sulla fascia sinistra soprattutto negli ultimi minuti del match)

MILINKOVIC  7– Non il solito Sergente nel primo tempo, molto meglio nella ripresa anche se come tutta la Lazio non gira come da 13 gare a questa parte.Mette tutto in campo ma non basta per il pareggio.

IMMOBILE 5 – Ha del clamoroso il modo in cui scivola e sbaglia il rigore, qualcosa che si vede raramente sui campi di calcio. Per il resto della partita lotta come sempre su ogni singolo pallone. La traversa gli nega la rete del pareggio

CAICEDO  5 – Non incide come sa fare ma anche perché i compagni non gli concedono palloni giocabili. Si procura il rigore sbagliato da Immobile. (54’ CORREA 6 -Fa delle buone giocate ma la partita al San Paolo è stregata)