Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Dipartimento provinciale di Napoli “Piccola Media Impresa e Commercio” di Fratelli d’Italia. La nota concernente la questione “A Napoli la notte nera delle ordinanze” è sottoscritta da Rosario Lopa, Alfredo Catapano e Nello Savoia, esponenti partenopei del partito guidato da Giorgia Meloni.

Lopa Catapano Savoia (FdI): «Riteniamo che per il bene della città e del suo tessuto socio economico, le istituzioni locali debbano trovare una sintonia tra di loro con l’ascolto e l’ ausilio delle associazioni di categoria, utilizzando il metodo della concertazione, al fine di favorire la ripresa e soprattutto dando più chiarezza al burocratese a cui i napoletani hanno assistito in questi giorni».

Lopa (Destra Sociale): «In questo momento cosi delicato per la comunità mondiale, il Mezzogiorno con Napoli Capitale, deve essere il motore di sviluppo socioeconomico e culturale per vincere la battaglia al covid-19».

«Ora basta litigi tra le istituzioni. Mentre il Sindaco De Magistris e il Governatore della Campania De Luca, litigano a suon di delibere ed ordinanze, per accaparrarsi i titoli dei giornali e qualche voto migliaia di imprenditori, commercianti, artigiani, ristorazione e cittadini si trovano in balia di una situazione anomala, con normative che cambiano di ora in ora, e tutto questo dopo una chiusura di più di due mesi e con una sostanziale contrazione e compressione economica senza eguali negli ultimi 10 anni. Riteniamo che per il bene della città e del suo tessuto socio economico, le istituzioni locali debbano trovare una sintonia tra di loro con l’ascolto e l’ ausilio delle associazioni di categoria, utilizzando il metodo della concertazione, al fine di favorire la ripresa e soprattutto dando più chiarezza al burocratese a cui i napoletani hanno assistito in questi giorni, con un caos normativo, in una situazione surreale dove i costi di riapertura saranno superiori a quelli affrontati in questi due mesi di chiusura e sono parecchi quelli che, a Napoli, in crisi di liquidità, hanno deciso di non riaprire, per aspettare l’erogazione di presunti aiuti. Perché tirare su le serrande non significa certo tornare agli incassi medi pre-Covid, c’è bisogno di essere accompagnati fino al ritorno alla normalità. Abbiamo chiesto un’ulteriore ed determinato intervento del Prefetto e del Viminale, per fare chiarezza sulla emorragia e sovrapposizione di ordinanze delibere, in questo momento particolare dove bisogna stare al fianco dei commercianti, degli imprenditori, di tutti i settori. Ci auguriamo che tale richiesta possa essere accolta, per stare vicino alle categorie che vivono un forte stato di disagio, e quanto prima si possa fare chiarezza». Questo è quanto dichiarato dagli esponenti partenopei del Partito di Giorgia MELONI, Rosario LOPA, Alfredo CATAPANO e Nello SAVOIA. «In questo momento cosi delicato per la comunità mondiale, il Mezzogiorno con Napoli Capitale, deve essere il motore di sviluppo socioeconomico e culturale per vincere la battaglia al covid-19». Cosi ha concluso l’esponente della Destra Sociale Napoletana, Rosario LOPA.

© RIPRODUZIONE RISERVATA MN24