Napoli e provincia – Le operazioni della Polizia di Stato

Sono le operazioni effettuate dagli uomini e dalle donne della Polizia di Stato della Questura di Napoli che ogni giorno sono impegnati a garantire legalità e sicurezza.

Affrontano in maniera coraggiosa una realtà a difesa dei cittadini a fronteggiare la criminalità sotto ogni aspetto, rischiando molte volte la vita.

Ogni giorno, controlli, perquisizioni, arresti, vengono fatte nella città metropolitana e nei paesi dell’area Vesuviana nella quale con abnegazione e coraggio tengono alti i valori delle leggi.

***************************************

Napoli – Piazza Medaglie d’Oro, tentano di rubare su un’auto, quattro uomini denunciati

Ieri sera gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in piazza Medaglie d’Oro sono stati avvicinati da una persona che ha raccontato di aver visto un uomo che armeggiava nella sua auto parcheggiata e che, al suo arrivo, è fuggito su un veicolo con tre persone a bordo.

Poco dopo i poliziotti hanno rintracciato e fermato in corso Amedeo di Savoia l’auto con a bordo i quattro uomini, uno dei quali si è scagliato contro gli operatori per poi essere bloccato e denunciato per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.
I quattro, tutti napoletani tra i 27 e i 38 anni con precedenti di polizia, sono stati inoltre denunciati per tentato furto e ricettazione, poiché nell’abitacolo sono state rinvenute 13 chiavi di auto, due punteruoli, sette centraline, un cacciavite, una chiave inglese e un’asta di ferro.

***************************************

Napoli / Acerra, sequestrata un’autocarrozzeria abusiva

Gli agenti del Commissariato di Acerra e personale della Polizia Metropolitana di Napoli ieri mattina hanno effettuato un servizio di contrasto al fenomeno delle attività commerciali illecite. I poliziotti hanno controllato un’autocarrozzeria di via Contrada San Giovanni accertando che il gestore era privo di qualsiasi autorizzazione; inoltre, nello spazio esterno

dell’officina hanno notato tre persone che, alla loro vista, hanno tentato la fuga ma sono state bloccate.

Nella struttura sono state trovate 11 auto parzialmente smontate e diverse attrezzature da lavoro, mentre nel cortile sono stati sequestrati 4 metri cubi di rifiuti di veicoli quali sportelli, cofani, paraurti e diversi arnesi per l’illecito esercizio di riparazione.

Il gestore, un 39enne napoletano con precedenti di polizia, è stato denunciato per  abbandono di rifiuti, per mancanza delle autorizzazioni per gli impianti di smaltimento, nonché per assenza dei registri di

recupero dei rifiuti e di emissioni in atmosfera mentre le tre persone, dipendenti dell’attività, sono state denunciate per resistenza a Pubblico Ufficiale; inoltre, la proprietaria del locale è stata denunciata per stoccaggio di rifiuti e abusivismo edilizio poiché i capannoni adibiti ad officine erano privi di qualunque titolo autorizzativo.

Infine, è emerso che una delle autovetture aveva il numero di telaio non corrispondente a quello riportato sulla carta di circolazione e, per tale motivo,  il proprietario è stato denunciato per ricettazione.
Il locale, le vetture e le attrezzature rinvenute sono stati sottoposti a sequestro.