Mercato S.Severino, Gps per spiare la moglie, rito immediato

A causa del matrimonio in crisi aveva installato un dispositivo gps sull’auto della moglie per tenerla sotto controllo. La Procura di Nocera Inferiore ha ora chiesto il rito immediato per il 53enne di Mercato San Severino che era finito a processo per stalking e lesioni. I fatti avrebbero avuto origine nel 2017, quando la moglie dell’uomo chiese la separazione. Lui – come riporta il quotidiano Il Mattino – l’avrebbe picchiata e tentato di
strangolarla, per poi installare il gps e seguirne gli spostamenti.