Mercato Eccellenza, Castel San Giorgio ancora protagonista

Altri tasselli in casa Castel San Giorgio. Si parte da Sabato Catalano, difensore centrale proveniente dal Solofra, in precedenza Giulianova, Sorrento, Sarnese e Frattese, piede destro, classe 1994. Si prosegue con Giuseppe Napolitano, anno 97, esterno sinistro offensivo, ex Nola, Gragnano e Virtus Lanciano. Potrebbe andar via, invece, il centrocampista Antonio Maio, corteggiato dal Faiano ma anche nel mirino di una società di D come il Nola. Restano Siano, Barbarisi, Liguori e Cuomo mentre sembrano destinati ad andar via Schioppa, Di Filippo, Terlino, Ferrentino, Ferrara e Iapicco. Baby tutti cresciuti in casa, ovvero Botta, Capuano, Esposito, Moffa, Napoletano, Cataldo e Rescigno.  Egidio Pirozzi resta sulla panchina del Santa Maria, che conferma anche Itri, Margiotta, Cherillo, Fariello e De Sio. Sono ai saluti Pastore e Petrillo mentre il grande sogno si chiama Capozzoli, in alternativa ci sarebbe l’emergente D’Avella. Il Costa d’Amalfi conferma Pisapia, Catalano e Senatore. L’attaccante Merola dovrebbe restare al Faiano. Pasquale Iuliano è il nuovo allenatore del Grotta. Dopo Guarro, Thongo e Borrelli attesi altri colpi dall’Angri, nel mirino Ascione e Scognamiglio ma non solo loro. Battiloro ha messo in vendita il titolo dell’appena retrocesso Granata, che potrebbe interessare a Sant’Antonio Abate. Panico e Palumbo restano all’Afragolese, che in avanti vorrebbe ulteriormente rafforzarsi con Perna. Vitiello, Ioio e Merola verso la conferma al Gladiator, che a centrocampo pensa all’innesto doc Aracri. Sperandeo approda alla Frattese.