Massimo Ranieri – 50 anni di carriera celebrati in un cofanetto musica con 16 album

“L’elisir di giovinezza mi viene regalato dal pubblico.

A fine di ogni spettacolo li aspetto in camerino, anche uno per uno: non potrò mai dar loro quello che hanno dato a me”: ci piace festeggiare, con questa sua stessa citazione, questo grande uomo.
Da scugnizzo partenopeo, è arrivato a solcare i palchi di grandi teatri e di grandi festival.

Massimo Ranieri, nome d’arte di Giovanni Calone, è nato a Napoli il 3 maggio 1951. Quinto di otto figli, nato e cresciuto nel rione Pallonetto a Santa Lucia; garzone di panettiere, fattorino, ragazzo di bottega, commesso, barista e intrattenitore nelle cerimonie: una vita dedita al lavoro per fronteggiare le difficili condizioni economiche della sua famiglia.

“La mia voce piaceva, raggranellavano tanti spiccioli e a me ne toccava una parte. Poi finii in un bar e anche lì cantavo per i clienti”: così ha raccontato in una sua vecchia intervista; la sua vita prosegue così, fino a che arriva La vera svolta: negli anni Sessanta mentre cantava in un bar, viene notato dal discografico Gianni Aterrano.

Al fianco di Sergio Bruni partiva così per un tour americano che gli valse le prime esperienze importanti, oltre che i primi veri guadagni.
Nel 1966 viene messo sotto contratto dalla CGD e inizia a partecipare alle manifestazioni musicali televisive.

A 17 anni debutta a Sanremo con i Giganti e il brano “Da bambino”. Ci torna nel 1969 con “Quando l’amore diventa poesia”, insieme a Orietta Berti, e nello stesso anno partecipa al Cantagiro con una delle sue canzoni più famose: “Rose rosse” (“La cantai – spiega – per la prima volta a Settevoci e poi a Senza Rete e arrivarono richieste incredibili pari a 180 mila copie in un solo giorno.

Alla fine, “Rose rosse” ha venduto un milione e ottocentomila copie”).
L’occasione per scoprire, uscita per uscita, la storia di ogni disco in formato digipack con contenuti inediti accompagnati da fotografie dell’epoca, è per chi lo ama, imperdibile.

Il primo appuntamento in edicola sarà per il 27 novembre con ‘Massimo Ranieri’ (con cofanetto in regalo), e da lì a cadenza settimanale. I cd singoli saranno in vendita a € 9,99 (il decimo appuntamento con la collana prevede l’uscita del doppio di “Malìa” al prezzo di € 14,99).

Si può diventare cantanti solo perché non si sa nuotare? A quanto pare sì. Spinto a cantare dai ragazzi più grandi quando era ancora bambino, perché altrimenti lo avrebbero “ittato a’mmare” e lui… non sapeva nuotare.

Da allora di strada ne ha fatta tanta e chissà se, poi, ha imparato a nuotare.

Antonietta Della Femina