Ma cosa dici mai…E’ morta Maria Perego, la mamma di Topo Gigio

« Topo Gigio si insinua nel filone di Don Chisciotte e Charlie Chaplin, l’entusiasta che perde, ma non perde perché ironizza sulle sue sventure». Così Maria Perego, morta a un passo dai 96 anni, descriveva la sua creatura diventata celebre in tutto il mondo. Veneziana (era nata l’8 dicembre 1923) ma trapiantata a Milano, di fatto era cittadina del mondo grazie al successo internazionale del Topo inventato nel 1959, in un mondo di evasione, anche ingenua, che non c’è più.

I suoi show, con la voce di Peppino Mazzullo, furono subito trasmessi in prima serata e conquistarono anche il pubblico adulto, tanto che Topo Gigio divenne un volto di Canzonissima, prima accanto a Nino Manfredi e Delia Scala, quindi addirittura come co-conduttore nell’edizione del 1974, affiancato da Raffaella Carrà e Cochi e Renato. Più avanti compagno di Cino Tortorella e Memo Remigi, volto fisso dello Zecchino d’oro, testimonial dei Pavesini per Carosello, fu conteso come una vero divo (per un periodo fu a Mediaset). A manovrarlo c’è sempre stata Maria Perego (le mani rese invisibili da una veste nera), appassionata di pupazzi fin da piccola. «Realizzavo personaggi per la tv e ho sempre avuto il pallino per le marionette — aveva raccontato —. Mi piace considerarmi un’autrice, un’artigiana e una burattinaia».