L’ultimo tango a Pontecagnano va al Consiglio di Stato

Davanti al Consiglio di Stato, finisce un lungometraggio, “Transgression”. Un film “made in Pontecagnano”, visto che la società che lo produce, la “Imago Company”, ha sede proprio in città. E per difendere il proprio lavoro dal “v.m. 18”, il bollino che vieta la proiezione di certi film in presenza dei minori, la Imago ha mosso mari e monti, trascinando i tecnici del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, quelli del bollino, prima davanti ai giudici del Tar del Lazio, poi perfino dinanzi alle toghe della Sesta Sezione del Consiglio di Stato, presieduta dal salernitano Sergio De Felice.

FONTE LA CITTA’