L’avvocato Resia La Mura ribalta sentenza su diffamazione. Il caso può fare giurisprudenza

La definisce “la difficile conciliazione tra la libertà di stampa e presunta lesione della reputazione”. Può diventare giurisprudenza, quando saranno presentate le motivazioni, la sentenza della Corte d’Appello di Salerno. La Corte ha modificato in parte una sentenza di primo grado sull’omesso controllo da parte di un Direttore di un quotidiano. Mentre in Italia si discute di libertà di stampa e tutela della reputazione e della privacy, nei tribunali ci si ritrova di fronte a casi che il più delle volte sono al limite.

L’avvocato Teresa Giovanna La Mura, del foro di Nocera Inferiore, ha ottenuto una grande vittoria in un processo per diffamazione a mezzo stampa nel quale difende un direttore, ribaltando l’esito del giudizio di primo grado. Aprendo uno squarcio che potrebbe essere foriero di nuovi indirizzi giurisprudenziali.

Da anni, Resia La Mura (così è conosciuta da tutti) lavora alla difesa dei giornalisti che spesso sono vittime di querele temerarie. 

L’avvocato penalista, peraltro specializzata in diritto penale tributario e diritto societario, con studio a Scafati e Salerno, ha ottenuto considerevoli esiti propizi. Ed oggi è uno dei professionisti più stimati di Salerno e provincia.

Negli ultimi anni è stata capace di ribaltare sentenze già scritte e scavato nei meandri del diritto, senza tralasciare uno sguardo all’aspetto umano delle vicende giudiziarie.