Lasciata a 4 mesi nella culla termica dell’ospedale

Abbandonata nella culla "Ninnaho" bimba con sospetta sindrome di down

Una bambina di 4 mesi dell’est Europa con sospetta sindrome di down è stata lasciata nella culla termica «ninna ho». E’ accaduto al Policlinico Federico II di Napoli. Si tratta del secondo caso a Napoli avvenuto nel 2017. Lo scorso agosto, infatti, sempre nella culla «ninna ho»  è stato lasciato il piccolo Alessandro, tempestivamente curato dall’equipe medica. La bimba  soccorsa immediatamente dal personale della TIN,  è in buone condizioni.

Il progetto Ninnaho, della Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus e del Network KPMG in Italia, nato nel 2008 contro l’abbandono neonatale, permette attraverso l’installazione di culle termiche, posizionate in un luogo facilmente raggiungibile di alcuni ospedali, l’alternativa alle madri che, per gravi motivi, arrivano alla dolorosa scelta di separarsi dal proprio bambino.