L’anno scolastico che verrà, la grande fuga degli insegnanti

A settembre mancheranno all’appello 42mila docenti, anzi più di 70mila calcolando anche quelli che già mancavano dall’anno scorso. Per non farsi trovare impreparata a settembre, la scuola pensa ad una fase transitoria per abilitare e stabilizzare migliaia di precari.

Parte una corsa contro il tempo per arrivare al 1° settembre prossimo con tutti i docenti in cattedra. Mancano solo 3 mesi per espletare tutte le procedure, altrimenti buona parte delle cattedre andranno a supplenza. Al Miur si lavora senza sosta. E nell’ultimo tavolo al ministero tra Bussetti e i sindacati di categoria si è raggiunta una intesa per la stabilizzazione dei precari che hanno all’attivo almeno 36 mesi di servizio. Il ministero ritiene che i supplenti di terza fascia possano oscillare tra i 50mila e i 55mila.