La Riflessione: “Tutto sale verso le stelle”: la roccia e poi il fumo…

E questo è il tempo delle cattedrali
La pietra si fa
Statua, musica e poesia
E tutto sale su verso le stelle
Su mura e vetrate
La scrittura è architettura
Riccardo Cocciante – Il tempo delle cattedrali

4 ore con il fiato sospeso fissi a guardare l’incendio che ci avrebbe portato via un pezzo di patrimonio inestimabile, per storia, simbolismi e bellezza artistica. Notre Dame brucia, questo abbiamo letto mentre eravamo intenti a fare altro, e questa notizia ci ha pietrificati per la nostra sensazione d’impotenza di fronte a tutto ciò. Un’attrazione importante per Parigi, ma soprattutto una cattedrale simbolo della cristianità. In essa sono costuditi tesori legati alla passione di Cristo, come la corona di spine e un pezzo della vera croce su cui fu crocifisso il Cristo, ” guadagnati” ai tempi delle Crociate. Un po’ fa specie che tutto ciò sia accaduto proprio l’inizio della settimana Santa, la settimana che si conclude con la Pasqua, giorno di resurrezione di Cristo. Ma più fa terrore che un’opera costruita e tenuta per 850 anni, venga quasi distrutta in un’epoca in cui dovremmo essere in grado di tutelare certi patrimoni, grazie ai passi avanti dei continui aggiornamenti scientifici e tecnologici. L’incendio di Notre Dame ha ferito sicuramente Parigi e la cristianità mondiale, ma ha fatto tremare anche chi di essa ha fatto un luogo legato a legenda e fantasia, un luogo conosciuto grazie al romanzo di Victor Hugo “Notre-Dame de Paris”, al bellissima storia Walt Disney ‘Il gobbo di Notre Dame” e infine il capolavoro di Jenne-Pierre Jeunet, ” Il favoloso mondo di Amelie”.