La Partita della domenica, Cavese-Paganese 4-0, festival del tridente di casa

Due hanno fatto la parte del leone segnando, ovvero Magrassi e Fella, ma il terzo, cioè Sainz Maza, è stato fondamentale. Con tre così davanti, e col resto della truppa ad arrivare per primi su ogni pallone e ad avere idee su come giocarlo, oltre ad un’ampia gamma di situazioni da palla inattiva, la Cavese c’ha messo pochissimo nell’aver ragione di una Paganese brutta copia da quella almeno caparbia degli ultimi, condannata da errori e senso d’impotenza. Cavese subito in vantaggio. Grave errore di Piana che perde palla a centrocampo, regalando una ripartenza a Fella che punta la porta avversaria e calcia dal limite dell’area in maniera impeccabile mettendo la sfera sotto la traversa, imprendibile per Galli. Sesto acuto in campionatop per Fella, in stato di grazia ma anche di giustizia per le tante occasioni sprecate nella prima parte del cammino. La Cavese ci prova ancora. Punizione di Sainz Maza troppo leggibile, poi un eccesso di egoismo da parte di Tumbarello. Minuto 19, punizione con schema battuta da Favasuli che libera al tiro Maza, conclusione potente, respinta in angolo da Galli. Passa un minuto appena e la squadra di casa ci riprova con punizione diciamo schematica. Palla che arriva a Palomeque che però non riesce a controllare e calciare in porta. Mastro Modica si vede che in settimana lavora pareccha sulla gamma di soluzioni da palla inattiva. Altro esempio al 25′. uesta volta Favasuli libera in area Fella, Galli sbaglia l’uscita e il numero 7 mette al centro un tiro-cross che nessuno riesce a ribadire in rete per il più semplice dei tap-in ma che mette i brividi alla difesa avversaria. Insomma se la cava…a stento la squadra di De Sanzo, arrivata con quello di Fella al gol numero 63 al passivo, in pratica costretta ad inchinarsi ad ogni starnuto prima che ad ogni tiro altrui. Ma ecco il caso, cioè una punizione immancabilmente, portare per la prima volta la Paganese in volontà offensiva. Tutto nato da un mani di Palomeque. Solo che la deviazione decisiva di De Brasi sul colpo di testa di Dellafiore è invalidata da un fallo del difensore italo-argentino. La Cavese riprende ad attaccare, senza trovare la porta avversaria ma trovando a più riprese scambi e automatismi da squadra vera, che forse si specchia un pò troppo nelle qualità e ogni tanto si distrae sui difetti. Nel recupero, Fella ammazza il derby: rimessa laterale da destra battuta da Palomeque, cross di Maza, velo di Magrassi e perfetto l’inserimento di Fella che da batte Galli. Esistono schemi, naturalmente, anche da rimessa con le mani, è il calcio di Modica. Cinque minuti nella ripresa, De Sanzo ne cambia tre in un sol colpo. Mette dentro Tazza, Perri e Scarpa passando al 4-3-1-2. Ma il cambiamento va a sbattere contro il gol numero 64 incassato. Assist perfetto di Maza che serve con un gran filtrante Magrassi, che salta Galli e mette la palla in rete. Un minuto dopo, Magrassi va vicinissimo al bis personale, supera il portiere con un tocco di esterno, ma Stendardo a sventare dalle parti della linea. Appuntamento rinviato solo di qualche minuto,  Piana perde un altro contrasto con Magrassi che entra in area da sinistra e batte Galli con un bel tiro a giro. Partita strafinita, che contempla anche l’impreciso tentativo di Scarpa in rovesciata spettacolare. Ne mancano otto alla fine quando Agate tende l’agguato al pokerissimo ma lo sbaglia, tutto solo, su cross di Maza. E ancora, in zona recupero, ci prova De Rosa, il numero 10 entra in area e cerca l’assist per Agate, anticipato da Perri.

CAVESE (4-3-3): De Brasi 6; Palomeque 6, Silvestri 6,5, Bacchetti 6,5 Filippini 6,5 (20′ st Ferrara); Nunziante 6,5 Favasuli 6,5, Tumbarello 6,5 (32′ st Castagna sv); Sainz Maza 7,5 (40′ st Flores Heatley sv), Magrassi 7,5 (20′ st Agate 6), Fella 7,5 (40′ st De Rosa sv). A disp.: Bisogno, Manetta, Bruno, Buda, Logoluso, Di Bari, La Ferrara. Allenatore: Modica.

PAGANESE (3-4-1-2): Galli 5; Piana 5, Stendardo 5,5, Dellafiore 5 (5’st Perri 5,5); Carotenuto 5, Capece 5 (32′ st Nacci sv), Navas 5 (5’st Tazza 5), Gaeta 5; Della Morte 5 (20′ st Cappiello 5); Di Renzo 5 (5’st Scarpa 5,5), Parigi 5. A disp.: Santopadre, Diop, Acampora, Gifford, Sapone, Alberti. Allenatore: De Sanzo.

Arbitro: Repace di Perugia

Marcatori: 5′  pt e 46′ pt Fella, 13′ st e 19’st Magrassi
Ammoniti: De Rosa (dalla panchina), Cappiello. Recupero: 1’pt, 4’st.