La Juve Stabia torna in serie B!

La Juve Stabia torna in serie B dopo 5 anni dall’ultima volta, battendo la Vibonese 2-1 davanti a diecimila spettatori allo stadio Romeo Menti. La partita inizia subito a ritmi alti, Elia di testa prova a far esplodere lo stadio gialloblù su assist di Carlini ma il portiere ospite alza in corner. E’ solo questione di tempo, perché già al 9’ Paponi su rigore fulmina Mengoni per l’1-0. Vantaggio per le Vespe, ma la concentrazione resta alta e Troest, pur se disturbato, arriva alla conclusione di testa in area. Il ritmo è anche apprezzabile, ma ovviamente manca il mordente alla sfida, nonostante Melara provi la conclusione ravvicinata calciando su Mengoni da pochi passi. Reazione calabrese con Bubas che gira di piatto ma è centrale per Branduani, che pochi istanti dopo atterra in area lo stesso avversario: dal dischetto va lo stesso Bubas che trasforma per l’1-1 al 30’. La Juve Stabia non riesce a trarre vantaggio dalla papera di Mengoni che consente a Mezavilla di segnare, ma il calciatore brasiliano è in posizione irregolare. Un brivido gela il Menti quando Collodel dai 25 metri lascia partire una conclusione che si stampa sotto la traversa. La partita si vivacizza, da un lato Allegretti non aggancia un lancio dalle retrovie dopo essere andato via a Troest, poi Carlini viene chiuso in area al momento del tiro. Bravo anche Germoni a crossare con il goniometro per Elia che di testa tutto solo schiaccia debolmente. Poco dopo va Poponi di forza al tiro, però Mengoni sul suo palo chiude lo specchio. Elia sul finale di tempo ci prova con il destro, ma colpisce il palo. Si va negli spogliatoi con Allegretti e Germoni che si dicono qualche parola di troppo.

Via alla ripresa e Mezavilla segna subito la rete che fa esplodere lo stadio, quando le Vespe recuperano un pallone che sembrava ormai perso, ma Melara lo raccoglie e serve all’indietro per il brasiliano che di piatto trova lo spiraglio che vale il 2-1. Nuova occasione per la squadra di Fabio Caserta mentre lo stadio è in tripudio, con Germoni che ci prova dalla distanza e costringe alla presa bassa il portiere avversario. Iniziano le sostituzioni, il destino dell’ultima partita di campionato è ormai scritto. Caserta manda in campo Mastalli al posto di Melara, che applaude il pubblico ed esce a sua volta tra gli applausi. Poco dopo Mengoni dice no a Calò su punizione. La sfida tra i due si ripete a metà ripresa ma l’esito è sempre favorevole al portiere che poco dopo chiude lo specchio anche a Paponi. Il finale regala ben poco: la Juve Stabia è in serie B, il Menti in delirio!