La giunta. Rompicapo nomine e deleghe: è sfida Identità Scafatese-Lega!

A poche ore dall’attesa prima riunione di maggioranza dell’era Salvati, si preannuncerebbero già scintille e fuochi incrociati. Paradossalmente in pochi sarebbero disposti alla nomina di assessore (per timore di manovre strategiche atte ad epurazioni) ma, quei pochi certi già “definiti” sarebbero in grossa disputa per le stesse deleghe.

In particolar modo le politiche sociali farebbero gola ad Identità Scafatese con Raffaele Sicignano e alla Lega con l’accertato assessore Giovanni Bottone. Quest’ultimo a sua volta entrerebbe in giunta al posto di Peppino Fattoruso già pronto con la fascia di vicesindaco. Nessuna richiesta né velleità per Mariano Falcone designato vicesindaco in prima battuta. Il “cirelliano” guarda oltre e già sarebbe prontissimo alla corsa verso le elezioni regionali. Anche il derby FDL Santocchio-Di Massa, che aveva procurato non pochi squilibri, sembra sia definito. L’avvocato la spunterebbe sul consigliere più eletto, per consensi tra l’intero consiglio comunale, pubbliche relazioni e non ultima l’esperienza.

Poi, mentre il primo cittadino tratterrebbe la delega all’urbanistica, al commercio e la cultura, ci sarebbero ulteriori dispute per le deleghe allo sport ed ai sevizi cimiteriali. Scafati vedrà quasi certamente una giunta comunale a 6 ma per il resto, il condizionale rimane necessariamente d’obbligo.

(di Giovanna CRISCUOLO)