La Ferrentino elogia il risultato e ai “voltagabbana”: “Hanno tradito loro stessi!”

Seconda per numero di voti nella lista “Sostiene Scafati” (284 voti), capo scout e cittadina attiva. Annunziata Ferrentino, detta Titti, candidata al consiglio comunale a supporto di Michele Russo, sforna il suo pensiero analitico sulla mancata vittoria del 9 giugno.

– “Abbiamo fatto un lavoro eccezionale, recuperando oltre 3000 voti che si sommano ai 5867 del 26 maggio. Il nostro è stato il risultato di mesi di ricostruzione. A inizio campagna elettorale, nessuno avrebbe scommesso un centesimo sulla nostra partecipazione ad un eventuale ballottaggio. Invece abbiamo addirittura sfiorato la vittoria per 700 voti” –

Aggiunge poi – “ La nostra campagna elettorale è stata diversa. Non c’è stata traccia di alcuna promessa, non abbiamo offerto nient’altro che la nostra faccia pulita, le nostre competenze e l’ immancabile impegno che un rappresentante comunale deve garantire. Un percorso fatto di parametri rigidi, zero accordi e poche chiacchiere. E’ evidente che una parte del centrosinistra cittadino abbia votato altro. Non voglio definirlo tradimento. Possiamo dire che questi personaggi hanno tradito solo loro stessi. Noi ci focalizziamo soprattutto su un dato clamoroso: oltre 20000 persone non hanno espresso la loro preferenza, non avranno un governo da loro scelto. La loro passività ci preoccupa molto ed è per questo motivo che stiamo pensando di attivare delle iniziative civiche, insieme ai giovani della coalizione, nelle istituzioni scolastiche, con lo scopo di avvicinare i futuri elettori alla politica” –

Infine sulla nuova amministrazione che sta iniziando a muovere i primi passi, dichiara – “ Faremo vera opposizione, non molleremo un centimetro. Chi sta all’interno del palazzo dovrà confrontarsi con noi tutti. Non permetteremo che Scafati passi in secondo piano a vantaggio di una brutta politica che negli anni passati ci ha letteralmente messi alla gogna”.                                       

(di Giuseppe DE QUATTRO)