La Brexit chiude le porte al mondo: i primi provvedimenti

Regno Unito. E’ stato diffuso dal governo britannico il nuovo piano programmatico per l’immigrazione che prevede i confini chiusi della nazione per i lavoratori non qualificati, i liberi professionisti, gli artisti, gli atleti e quanti non hanno un contratto da almeno 25.600 sterline l’anno.

Inoltre, non saranno più accettate le carte di identità francesi e italiane. Il permesso di soggiorno verrà garantito solo ai lavoratori altamente qualificati e a coloro che otterranno almeno 70 punti su una scala che tiene conto anche della conoscenza della Lingua. Analoghe regole restrittive varranno per gli studenti.

Priti Patel, Ministro dell’Immigrazione ha comunicato alle aziende che dovranno formare personale britannico per colmare il vuoto che necessariamente si creerà in alcuni settori, specialmente quello dell’agricoltura, della ristorazione e dell’assistenza.