India – Elefante incinta vittima ancora una volta della violenza umana

Una storia terribile quella che da ieri si è diffusa tra i social.
La notizia proviene da Kerala, piccolo villaggio dell’India, dove un elefante è morto dopo aver mangiato un ananas “ripieno” di petardi.

L’elefante si trovava nei pressi del villaggio perché alla ricerca di cibo.

Essendo gravida l’elefante aveva lasciato le foreste della Silent Valley nel distretto di Palakkad, vagando pacificamente per le strada, cosa che evidentemente a qualcuno ha dato fastidio.

Si suppone infatti che qualcuno abbia offerto al povero animale un ananas con dentro dei petardi, strategemma utilizzato dai contadini indiani per allontanare i cinghiali dai terreni.

Il frutto è così esploso in bocca all’elefante affamato portando gravi lacerazioni e ustioni anche alla lingua.

Completamente inerme e indebolito dalle gravi ustioni l’elefante si è avvicinato al fiume Velliyar dove è morto, in piedi, insieme all’elefantino che portava in grembo e che sarebbe nato dopo 18-20 mesi e in preda a dolori atroci.

Neanche l’acqua del fiume è riuscita ad alimentarlo per qualche giorno. È morta lì pacificamente nel suo dolore e nella sua fame.

Alla sua vita ha posto fine l’uomo con la sua cattiveria.

Il piccolo elefantino non vedrà questo mondo infame che lo ha respinto.

Quando sono arrivati i soccorsi non c’è stato più nulla da fare: l’elefante è stato riportato e trasportato vicino le spinse del fiume e poi cremato.

“Non bastano “scuse” per il gravissimo atto compiuto nei confronti di un elefante indifeso e per di più in una fase delicata ed importante della sua vita come quella della gravidanza.
Mi auguro solo che i responsabili vengano individuati e severamente puniti, con o senza la legge” – è lo sfogo di molti sui social.

© Riproduzione Riservata MN24