Il Santo del giorno – La Chiesa festeggia San Giustino

Il santo del giorno è San Giustino. Nacque a Flavia Neapolis, attorno al 100. La Chiesa lo venera come Santo e Padre della Chiesa, perché fu filosofo e apologeta e morì martire. Grazie a lui ci è pervenuta la più antica descrizione dell’eucarestia.

Nato nel paganesimo, studiò a fondo i filosofi greci, in particolare Platone. Poi fu attratto dai Profeti di Israele, e decise di farsi cristiano, ricevendo il battesimo verso l’anno 130, a Efeso. Giustino continuò a studiare anche quando si trasferì a Roma, istruendo al Vangelo gli studiosi pagani. Ma questo non significa una rottura con il suo passato di studioso dell’ellenismo. Negli anni 131-132 lo troviamo a Roma, annunciatore del Vangelo agli studiosi pagani.

Finì in carcere per aver attaccato il filosofo Crescente. Giustino fu giustiziato come ateo e fu decapitato sotto Marco Aurelio. Famoso per essere autore del Dialogo con Trifone, della Prima apologia dei cristiani e della Seconda apologia dei cristiani, è stato il primo a descrivere il rito dell’eucarestia.

Proprio perché fu uno dei primi filosofi cristiani, San Giustino è venerato come patrono dei filosofi e la sua memoria ricorre ogni 1 giugno. Le sue reliquie si trovano sotto l’altare maggiore della Collegiata di San Silvestro Papa a Fabrica di Roma.