Il racconto alla madre, poi la denuncia. Violenze sulle figlie minori: ai domiciliari 45enne

Violenza sessuale aggravata nei confronti delle due figlie minori, una adolescente e l’altra di pochi anni: con quest’accusa un 45enne residente a Giugliano – nei cui confronti, nel corso dell’attività investigativa, sono stati raccolti gravi indizi circa la commissione del reato – è finito questa mattina ai domiciliari. Il provvedimento, emesso dal Gip su richiesta della Procura di Napoli Nord, è stato eseguito dai carabinieri della Stazione di Pianura.

L’attività investigativa è cominciata nel febbraio del 2017, a seguito della denuncia presentata dalla madre delle bambine. Sono state proprio le piccole a riferire alla donna che il padre – per oltre tre anni, dal 2013 al 2017 – dopo la separazione dalla madre, avrebbe abusato di loro.
I fatti, secondo l’accusa, si sarebbero consumati presso l’abitazione dei nonni paterni, in occasione delle visite domenicali – pomeridiane – al genitore.
Le minori, sentite presso l’Ufficio di Procura con l’assistenza di una psicologa, hanno confermato integralmente quanto riferito alla madre, arricchendolo il proprio racconto di particolari inquietanti.

Nel corso dell’attività di indagine è stata inoltre acquisita una consulenza psicologica che ha attestato l’attendibilità del racconto delle minori, confermandone l’idoneità a rendere testimonianza. Quindi, la successiva consulenza medica, che ha fornito un ulteriore riscontro alla ricostruzione delle piccole.
Sono state – infine – raccolte alcune dichiarazioni rese dalle altre persone informate sui fatti, i cui racconti avrebbero fornito ulteriore sostegno alla puntuale descrizione fornita dalle minori.