Il premier Conte: “OK al dl ristori, indennizzi entro il 15 novembre”

Oggi, il premier Giuseppe Conte, in una videoconferenza ha incontrato i rappresentati delle categorie che hanno subito e stanno subendo maggiormente le conseguenze dell’emergenza sanitaria e dell’ultimo Dpcm.

Hanno partecipato i ministri dell’Economia, Roberto Gualtieri, e dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli.

Per le associazioni erano collegati: il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli e il presidente di Fipe, Lino Stoppani, la presidente di Confesercenti, Patrizia De Luise, il presidente di Cna, Daniele Vaccarino.                                Hanno partecipato, inoltre, per Casartigiani Nicola Molfese e per Confartigianato il segretario generale Cesare Fumagalli.

Il confronto prelude al varo del Dl ristoro, previsto nel Consiglio dei ministri convocato alle 15. L’obiettivo del Dl è quello di portare ristoro ed indennizzi immediati a bar, pasticcerie, ristoranti, pub, discoteche e luoghi simili.

Si parla di coperture che vanno dal 150% al 400% seguendo lo stesso metodo di attribuzione di aprile. Ma il ministro Gualtieri fa sapere che il punto forte del Dl saranno “i ristori a fondo perduto che arriveranno entro il 15 novembre” .

Non manca l’impegno da parte del Governo di alleggerire il peso che queste categorie stanno portando da mesi. Ma d’altro canto, le chiusure resesi necessarie  per contrastare il diffondersi dell’epidemia “aumenteranno solo i disoccupati” come ha sottolineato Matteo Renzi. Ed a quel punto i decreti ristoro e gli indennizzi non basteranno.

Alina Cescofra