Il movimento 5 stelle Cavese – Bonus fitti, Cava è assente nella graduatoria

La nota stampa del movimento 5 stelle Cavese:

Sono state pubblicate le graduatorie dei comuni campani beneficiari di fondi di Sostegno al fitto delle abitazioni principali per situazioni di emergenza socio/economica e il Comune di Cava de’ Tirreni non c’è. L’assessorato al Governo del territorio della Regione Campania, – spiegano i membri del M5S – aveva pubblicato l’avviso per il sostegno al fitto delle abitazioni principali, per un importo complessivo di € 6.450.674,00. Questi fondi erano stati messi a disposizione dalla Regione Campania per coloro che a seguito della pandemia avevano subito una riduzione della capacità reddituale per effetto delle misure restrittive per il contenimento dell’epidemia da Covid-19.

Un aiuto economico immediato per tutti coloro che sono titolari di contratti di affitto per l’abitazione principale. La domanda per il contributo andava presentata al Comune dove è situato l’immobile condotto in locazione, mediante autocertificazione del possesso di tutti i requisiti di accesso al contributo , compreso la diminuzione del volume d’affari per i titolari di reddito di impresa, arte o professione e/o la riduzione del reddito da lavoro dipendente/assimilato. L’amministrazione comunale doveva effettuare un controllo sulla regolarità formale delle autocertificazioni e predisporre un elenco dei beneficiari con indicazione del contributo spettante a ciascuno di essi, che dovevano trasmettere alla Regione Campania entro il 12 maggio 2020. Come detto, nell’elenco dei 473 comuni campani beneficiari della ripartizione degli oltre 6 milioni di euro non compare il comune metelliano. L’elenco è stato letto e riletto ma del nome della nostra città non vi è traccia. I cittadini cavesi si lamentano della crisi economica conseguente all’emergenza sanitaria.

Perché allora nessuno di loro ha presentato domanda di sussidio? O i nostri uffici comunali non sono stati in grado di gestire le domande ed inoltrare richiesta alla Regione in tempo utile? “The answer is in the blowing wind” (cantava Bob Dylan negli anni 60). Restiamo in attesa fiduciosi di saper come si sono svolti i fatti. E, nel caso ci fossero, chiediamo di accertare le responsabilità.