Il Decreto Calabria è legge, il ministro Grillo: ”Giorno storico, siamo soddisfatti”

Finalmente lo Stato ha uno strumento vero per curare il Servizio sanitario calabrese da troppo tempo malato. Il Decreto non si occupa solo di rilanciare le cure in Calabria ma consente il riavvio delle assunzioni nella sanità di tutto il Paese. Abbiamo previsto lo sblocco delle assunzioni già dal 2019 per permettere a tutte le Regioni di migliorare i servizi sanitari e rilanciare il nostro prezioso SSN. Una sanità pubblica accessibile ed efficiente è un diritto di tutti i cittadini, da Nord a Sud”.

Così il ministro della Salute, Giulia Grillo, in occasione dell’approvazione definitiva, da parte del Senato, del Ddl n. 1315 di “conversione in legge, con modificazioni, del Decreto-legge 30 aprile 2019, n. 35, recante misure emergenziali per il servizio sanitario della Regione Calabria e altre misure urgenti in materia sanitaria”.

Il Ddl è stato approvato nella seduta del 19 giugno 2019, con 137 voti favorevoli, 103 contrari e 4 astensioni. Il testo era già stato licenziato dalla Camera, con modifiche al Decreto, lo scorso 30 maggio.