Il caso Patrick George Zaki, attivista e ricercatore, la nota di M5S / Possibile / Sinistra Italiana

Patrick George Zaki è ricercatore presso l’Università di Bologna, immatricolato all’Università di Granada nel Master Erasmus Mundus, con una borsa di studio dell’Unione Europea per frequentare il Master Gemma (un corso di studio unico in Europa sugli studi di genere) coordinato dall’Università spagnola.

Dal 7 febbraio Patrick Zaky è rinchiuso in carcere in Egitto.
Più volte la detenzione preventiva è stata rinnovata in automatico, senza la presenza dei suoi avvocati, dopo numerose sospensioni dell’udienza a causa della pandemia.

Nonostante il governo abbia assicurato di non voler lasciare solo Patrick, risulta inefficace il lavoro della diplomazia italiana al Cairo, specialmente alla luce dello scarso interesse dimostrato dal nostro ambasciatore nella Capitale egiziana che non ha chiesto né la scarcerazione né ha fatto visita a Patrick per sincerarsi delle sue condizioni di
salute.
Non si ferma, inoltre, la vendita di armi all’Egitto e i responsabili dell’assassinio di Giulio Regeni sono ancora ignoti mentre la ricerca della verità incontra muri di gomma.
Continuare a mobilitarci per vedere Patrick libero ci sembra l’unico modo per proseguire una più lunga e vasta mobilitazione sui diritti umani. Il conferimento della cittadinanza onoraria sia un presidio di libertà (non solo per quella di Patrick) per tutte e tutti, e per ogni diritto calpestato.
I gruppi di Amici di Beppe Grillo, Possibile e Sinistra Italiana chiedono che anche il nostro comune e tutti i rappresentanti istituzionali facciano la loro parte affinché anche dai territori vi sia un messaggio chiaro rivolto alle autorità governative in modo che sia forte la consapevolezza che l’arresto di Patrick Zaki rappresenti la negazione delle
libertà, dei diritti, della cultura e della civiltà.

Patrick non è italiano ma è come se lo fosse. E così dovrebbe essere riconosciuto anche formalmente. Ecco perché abbiamo chiesto, al Sindaco Giuseppe Lanzara, al Presidente del Consiglio Comunale, Dario Vaccaro, all’Assessore alla Cultura, Adele Triggiano e ai consiglieri comunali tutti, di mettere all’ordine del giorno della prossima assemblea comunale la mozione con cui si chiede alla
amministrazione di impegnarsi a conferire, come atto simbolico, la cittadinanza onoraria di Pontecagnano Faiano a Patrick George Zaki.

Amici di Beppe Grillo /  Possibile  / Sinistra Italiana                                                   Pontecagnano Faiano