Il 9 agosto la prima del film girato ad Agropoli “Lui è mio padre”

E’ in programma domenica 9 agosto, alle ore 22.00, presso l’Arena sotto le stelle, allestita nel piazzale del CineTeatro “E. De Filippo” di Agropoli la prima del film “Lui è mio padre”, girato interamente ad Agropoli, con la regia di Roberto Gasparro. Gode del patrocinio del Comune di Agropoli e della Regione Campania. Le proiezioni sul grande schermo allestito in Piazza Mediterraneo, ad Agropoli, saranno all’aperto e nel pieno rispetto della normativa anti-Covid-19. Saranno presenti il regista e gli attori.

Nel film, il regista, di origine agropolese e di adozione torinese, si è ispirato al nuovo “Umanesimo Ecologico” di papa Francesco atto a riconoscere “una relazione di reciprocità responsabile tra essere umano e natura”. Dopo sei settimane di riprese, il lavoro è stato ultimato presso lo stabilimento della “Cean” di Trofarello, main sponsor dell’opera. Ed è proprio negli ampi spazi della nota azienda torinese che si è svolta tutta la fase post produzione del film, grazie ad una costruttiva partnership instaurata tra lo stesso Roberto Gasparro, regista e socio amministratore di 35mm Produzioni e Francesco Dragotto, a.d. di Cean Spa.

Il lungometraggio si incentra sul rapporto affettivo genitoriale tra padre e figlia e vuol essere al tempo stesso una sorta di monito ad eliminare qualunque forma di pregiudizio nei confronti dei cosiddetti “rifiuti” o materiali di scarto, considerando invece la spazzatura come fonte di risorsa, recupero, riuso, riparazione.

Nel cast, accanto ai protagonisti Gianni Parisi e Giulia Colantonio, figurano Giacomo Rizzo, Toni Mazzara, Tony Sperandeo, Giovanna Rei, Ester Gatta, Massimiliano Rossi, Umberto Anaclerico, Barbara Bacci, Loredana Crispino, Rosario Iodice, Sergio Iodice, Stefano Boscolo, Uberto Celeste, Emilio Benevento, Francesca De Padova, Nadia Aulisio, Marco Reggiani. L’organizzazione del film è affidata a Domenico Russo ed a Luca Bonomo. Aiuto regista e fotografo di scena: Alessio Casula; i costumi sono a cura di Barbara Danisi.

Sono previste in totale 12 proiezioni del film suddivise in due location diverse: Arena sotto le stelle (9, 10, 11, 31 agosto; 1, 2 settembre – ore 22.00); Castello Angioino Aragonese (12, 14, 16, 20, 23, 25 agosto – ore 21.45).

«Il cinema – afferma il regista Roberto Gasparro – rappresenta un prezioso strumento di osservazione dei fermenti culturali, economico-sociali di ogni epoca, trasponendo sul grande schermo le nuove tendenze in tutti i settori, spesso non ancora visibili nel quotidiano. E come tale, esso costituisce un’importante fucina di idee e di intuizioni da cui possono attingere tutte quelle aziende che intendono “innovare”, ovvero essere parte integrante del fenomeno del “cambiamento”, contribuendo in maniera significativa allo sviluppo economico di un Paese».

«E’ motivo di orgoglio – dichiara il sindaco Adamo Coppola – che la nostra Città abbia fatto da cornice ad un film, con un cast di tutto rispetto. Un mezzo certamente ottimale di promozione se si considera che lo stesso sarà disponibile alla visione in tutte le principali città italiane. Spero davvero che esso possa eguagliare il successo di “Benvenuti al sud” e che Agropoli possa avere la stessa fortuna quanto a visibilità che è toccata al vicino Comune di Castellabate. Non nascondo di essermi emozionato nel vedere alcuni spezzoni del film. Ringrazio il regista Gasparro per la scelta della location e invito tutti a vederlo: non ve ne pentirete!».