I Cavalieri soprannominati gli Archibugieri della Pace, hanno una missione: “entrare trionfalmente nei cuori di tutti”

Le festività di Pasqua non ha fermato la marcia solidale dei Cavalieri, che stamane insieme agli Sbandieratori Borgo San Nicolò, hanno distribuito doni Pasquali ai pazienti dell’Ospedale di Cava e Nocera Inferiore.

L’associazione nasce e si costituisce il 4 settembre 2017 in modo spontaneo e senza fine di lucro,attraverso l’aggregazione di più persone accumunate da un sentimento di fratellanza cristiana e dalla volontà di proseguire il cammino di fede e tradizione che si tramanda da padre in figlio.Il sodalizio, pertanto, si innesta nel solco della tradizione ultracentenaria della Città di Cava de’ Tirreni ed in particolare nel culto del SS. Sacramento e del Miracolo Eucaristico avvenuto nell’autunno del 1656.La denominazione dell’Associazione fa riferimento ad un evento storico di grande rilievo per la Città di Cava de’ Tirreni. Infatti, il 7 agosto del 1394 il Papa Bonifacio IX emise una Bolla con la quale elevava il territorio “ de la Cava” a città. Tale documento favorì la nascita e l’evoluzione della Città sia sotto il profilo giuridico che sotto il profilo di una maggiore libertà ed autonomia dei Cavesi.Il sodalizio pertanto adotta stemma e colori Vaticani (bianco oro e rosso) con il sostegno dello stesso ed il simbolo dell’ostensorio quale segno universale di cattolicesimo.Il Sodalizio è fortemente legato alla figura di “ Mamma Lucia “.partecipativa. il percorso già tracciato da tanti soci, offre il proprio contributo spontaneo e solidale nei confronti dei più bisognosi, donando beni alimentari e materiali di prima necessità all’ospedale pediatrico “Bambin Gesù” di Roma, all’ospedale di Cava de’ Tirreni e di Nocera Inferiore, in particolare ai reparti di pediatria. Provvede, inoltre, attraverso campagne di raccolta fondi, a sostenere economicamente le famiglie in difficoltà.La massima aspirazione è diventata realtà con la raccolta e l’adesione ad essere donatori di midollo, sangue ed organi.Infine, il sodalizio è centro di massima aggregazione per giovanissimi e per anziani attraverso l’organizzazione di iniziative di vario genere.