Herculaneum: titolo a rischio trasloco. La società detta le proprie condizioni

Un comunicato per far chiarezza, dopo l’allarmante denuncia degli scarni numeri relativi all’affluenza al Solaro ed al sostegno dell’imprenditoria locale. Non è stato ancora tagliato il traguardo della promozione in serie D – manca solo il conforto della matematica – che già si addensano nuvoloni sul futuro dell’A.V Herculaneum.

Al momento – si legge nella nota ufficiale diramata dal club – sono tre le piazze di prestigio (su tutte sembrerebbe esserci Torre Annunziata) che hanno avviato contatti con l’attuale gruppo dirigenziale granata per coinvolgerlo in diversi progetti. A tal proposito, la stessa dirigenza ha inteso rasserenare la piazza a fronte di quelle voci che davano già il titolo in partenza da Ercolano. “La società ha messo radici nella città degli Scavi dopo tre anni di successi, ha mantenuto tutte le promesse ed intende continuare a farlo, nonostante le importanti offerte pervenute”.

Al contempo, il club ha ribadito l’esigenza che tifosi, forze politiche ed imprenditoriali – ciascuno per quanto di competenza – contribuiscano ad alimentare il progetto, che dal prossimo anno, in una categoria impegnativa come la serie D, comporterà un’esposizione economica significativamente maggiore.

Il duo Annunziata-Mazzamauro ha dunque posto le proprie condizioni per evitare di cedere alle lusinghe di qualche sirena. Insistenti – più di tutte – quelle che al momento giungono da Torre Annunziata.