Herculaneum: squadra da record, ma serve l’apporto di tifosi ed imprenditori

Manca ormai solo il conforto della matematica e poi l’Herculaneum potrà brindare alla promozione in serie D. Tanti i motivi per sorridere per la compagine granata, tra le tre ancora imbattute in tutta Italia, dalla serie A all’eccellenza (Parma e Varese le altre due). Continua a macinare record la squadra di Gigi Squillante, forte di uno degli attacchi più prolifici di tutto lo stivale, ma non mancano spunti di riflessione in chiave critica.

Con una nota ufficiale, dopo aver rimarcato gli ingenti sacrifici sostenuti dalla proprietà nel corso dell’ultimo triennio, il club granata ha infatti rimarcato alcuni che stridono fortemente con gli esaltanti numeri di questa stagione, oltre che con i tremila likes raccolti dalla pagina social dell’Herculaneum in meno di due anni. La società di Annunziata e Mazzamauro ha cominciato col denunciare la scarsa affluenza al comunale (“il Solaro non può accogliere 3000 persone, ma sarebbe utopia vedere al campo la metà delle persone che hanno messo il loro “mi piace” su facebook?“), precisando che in diverse circostanze il numero degli spettatori non paganti ha persino superato quello dei paganti. Numeri ed incassi troppo bassi per una società che punta in alto e che nella prossima stagione si troverà a fare i conti con spese almeno raddoppiate.

Altro dato sul quale il club granata ha inteso soffermarsi, quello relativo allo scarso sostegno dell’imprenditoria locale. Elementi su cui la società ha invitato la piazza a riflettere, ribadendo, al contempo, la propria intenzione di continuare la propria avventura in granata per un futuro vincente.