Herculaneum, Salvati ai saluti. Mazzamauro chiarisce le voci su Manzi

Dopo Tufano e Caso Naturale, anche capitan Nando Salvati saluta l’Herculaneum. Il centrale ha raggiunto l’accordo con i flegrei della Pro Calcio Bacoli, che – dopo l’ingresso in società dell’imprenditore napoletano Danilo Leone – hanno nel frattempo ufficializzato Gennaro Paladino quale nuovo direttore sportivo. La presentazione alla piazza di compagine societaria, diesse e nuovi acquisti, nel corso della conferenza stampa indetta per dopodomani alle 19.

Una partenza, quella di Salvati, spiegata dal presidente granata Mazzamauro nell’ottica di un graduale ringiovanimento dell’organico in vista del prossimo campionato di serie D. “Questa è l’intenzione dei responsabili dell’area tecnica, ringiovanire la rosa, in particolare il reparto difensivo. Per questo motivo abbiamo liberato Allocca e scelto di puntare su Gabriele Pastore. Ringraziamo Salvati per quanto di straordinario fatto negli ultimi due anni, con l’auspicio che possa ripetersi con la Bacoli Sibilla. Ha fatto la scelta giusta, si è legato ad una piazza importante ed ambiziosa”.

È proprio il presidente onorario a smentire la trattativa con Ciro Manzi, pur tracciando il profilo di un possibile obiettivo di mercato che non si discosta troppo dal centrale che nella scorsa stagione ha indossato la casacca corallina. “Smentisco la trattativa con Manzi. Prossimi obiettivi di mercato? Siamo alla ricerca di un difensore centrale che abbia al massimo trent’anni, così da coinvolgerlo in un progetto destinato a svilupparsi nel prossimo triennio”.