Gragnano ko a testa alta nell’amichevole con la Casertana

Test di prestigio per l’ASD Città di Gragnano di mister Giovanni Masecchia che nel suo “San Michele” affronta la Casertana, formazione che milita in Lega Pro.

Dal primo minuto il tecnico gialloblé riparte dal suo amato 4-3-3 con Ferrara tra i pali. In difesa da destra a sinistra La Monica, Rinaldi, Barbato e Scannicchio. A centrocampo Gatto agisce da play con ai suoi lati Martone e Scialpi. In attacco Carfora e Manna a sostegno di Santaniello.

La prima occasione del match capita al 5′ sui piedi dell’attaccante ospite De Filippo che a tu per tu con il portiere Ferrara lo supera ma trova sulla sua strada Rinaldi che in recupero allontana la minaccia. Non trascorre neanche un giro d’orologio che il Gragnano passa. Splendido lancio in profondità di Gatto che pesca Santaniello. Il numero 9 gialloblè non ha problemi a battere Anacoura ed a realizzare l’1-0. Giocano bene i gialloblè che sfiorano ripetutamente il raddoppio. Al 10′ assist di Scialpi ancora per Santaniello ma Lorenzini salva sulla linea. Al 23′ sugli sviluppi di un corner ci provano prima La Monica e poi Carfora ma il portiere della Casertana è attento. La squadra di mister Tedesco trova il pari al 27′. Carriero mette in mezzo da destra e Kuseta, nel cuore dell’area, mette a segno l’1-1. Gli ospiti prendono le misure al Gragnano e trovano il vantaggio al 37′. Cross mancino di Pezzella e testa di De Filippo. Pallone che si infila imparabile sul secondo palo. Carfora suona la carica e con una grande percussione, al 39′, va vicino al 2-2. Sul finire di tempo, al 43′, la terza rete della Casertana con Carriero, uno dei protagonisti della prima frazione.

Nell’intervallo girandola di cambi con i due tecnici che cambiano praticamente tutti i ventidue in campo. Non cambia lo spartito della gara con De Marco che al 2′, su cross di Taurino, trafigge Salineri fissando il risultato sul 4-1. Il Gragnano prova a reagire ma non è facile contro una compagine di categoria superiore che ha già nelle gambe due partite ufficiali. Al 9′ è splendido l’assist di Giannone e Colli sigla la quinta marcatura. I ritmi di questo secondo tempo sono più bassi, entrambi gli allenatori mettono alla prova più giocatori possibile per avere un quadro più chiaro a pochi giorni dall’inizio del Campionato. Tra il 26′ ed il 32′ sale in cattedra il portiere Salineri che dice di no prima a Giannone e poi a Matute. Un Gragnano orgoglioso trova la meritata seconda rete al 36′ con Konatè che sfrutta un clamoroso pasticcio tra Rainone e Fontanelli per ribadire in gol. Termina così con la vittoria della Casertana un test impegnativo che a prescindere dal risultato ha sicuramente dato importanti indicazioni allo staff tecnico gialloblè.

Alla fine della partita si è svolta la presentazione ufficiale della squadra alla città ed alla tifoseria. Passerella per tutti i giocatori, lo staff e la dirigenza con la promessa di dare il massimo per continuare a fare calcio di alto livello nella “Città della Pasta”.

A margine della presentazione ha espresso le proprie opinioni sull’intero pomeriggio il Presidente Carmine Franco. “Davvero una grande emozione – sottolinea il numero uno gialloblè -. Siamo consapevoli delle difficoltà che troveremo ma vogliamo rendere fieri di noi tutte le persone che oggi erano allo stadio. Sulla partita che dire, sono molto soddisfatto della prima mezz’ora quando abbiamo messo sotto una squadra di categoria superiore. È normale poi che si siano fatti sentire i carichi di lavoro. Ad esempio mi diceva il mister che anche ieri i ragazzi hanno sostenuto un duro allenamento. L’anno scorso la Casertana ha lottato per salire in serie B e le auguriamo anche quest’anno un campionato di vertice. Sono convinto che entrambe le formazioni viste oggi al “San Michele” faranno bene. Noi ora siamo concentrati sugli impegni di Coppa Italia con un occhio ovviamente alla prima stagionale contro la Turris. Un duro banco di prova perchè si tratterà di un Derby campano con tutto ciò che questo comporta ma soprattutto sono una delle migliori squadre della categoria se non la migliore di tutta la serie D. Avremmo preferito incontrarli più in là anche se alla fine è vero che bisogna incontrare tutti gli avversari. Ci aspettiamo un “San Michele” gremito, che ci possa dare quella mano che ci serve per ben figurare. Sono fiducioso visto il lavoro che è stato fatto dal tecnico Masecchia e dal suo staff. Vedremo se come società potremo regalare un ulteriore pezzo pregiato che possa far migliorare una rosa che già ritengo ampiamente all’altezza“.