Giallo a Napoli, donna uccisa con due coltellate al cuore nella sua abitazione

È stata pugnalata nella sua abitazione, probabilmente dopo aver aperto la porta all’assassino. È morta così, a Napoli, una donna di 67 anni, Rosa Trapani, con due fendenti al cuore. L’ha ritrovata in posizione prona la sorella Maria, riversa sul letto sporco di sangue. Un fatto avvenuto lo scorso 18 gennaio, ma reso noto soltanto adesso. La donna abitava alla Duchesca, a pochi passi da Piazza Garibaldi. Per due giorni non aveva risposto alla sorella che, insieme al fratello, aveva poi deciso di andare a verificare la situazione e quando i due sono entrati nell’appartamento usando un doppione delle chiavi l’hanno trovata assassinata. Gli inquirenti, intervenuti sul posto, non hanno però a posto i sigilli all’abitazione. Ed è questo il grande mistero sul quale si sta sviluppando anche l’inchiesta, perfino il materasso sul quale la donna è stata probabilmente uccisa, o trasportata, era sporco di sangue ed è stato gettato via dai parenti qualche giorno dopo addirittura in strada. Sulla porta non c’era alcuna traccia di effrazione e probabilmente sarà stata la stessa donna ad aprire al suo assassino.