Gare a rischio: sotto la lente dell’Osservatorio anche Nocerina-Igea Virtus

Diversi gli incontri tra compagini campane in programma il prossimo 28 ottobre sono finiti sotto la lente d’ingrandimento dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive.
Per gli incontri di calcio “Isernia – Campobasso”, “Trani – Molfetta”, “Pavia – Reggio Audace”, “Nocerina – Igea Virtus”, “Jesina – Cesena”, “Picerno – Nardò” e “Agropoli – Battipagliese”, nonché per l’incontro di hockey su pista “Viareggio – Forte dei Marmi”, connotati da profili di rischio, ma per i quali non appare necessario il rinvio alle valutazioni del CASMS, le Autorità Provinciali di P.S. di Isernia, Bari, Pavia, Salerno, Ancona, Potenza e Lucca, previa riunione con le società sportive interessate, sono pregate di valutare la fattibilità dell’attuazione delle seguenti misure organizzative:
 vendita dei tagliandi per i tifosi ospiti nel limite stabilito dalle Autorità di P.S., nelle ricevitorie individuate dalle società sportive sotto la responsabilità delle stesse, previa esibizione da parte dell’acquirente di un documento di identità;
 vendita dei tagliandi per i tifosi ospiti sino alle ore 19.00 del giorno antecedente la gara;
 trasmissione a cura delle società sportive ospitate dell’elenco degli acquirenti alle Questure di Isernia, Bari, Pavia, Salerno, Ancona, Potenza e Lucca, comprensivo del nominativo e della data di nascita, entro le ore 10,00 del giorno della gara;
 impiego nel settore ospiti di volontari delle società ospitate con casacca riconoscibile (simile a quella degli steward); 
 adeguata comunicazione ai tifosi delle Società Sportive interessate.
Gli incontri di calcio “Napoli – Roma” e “San Giorgio – Puteolana”, nonché l’incontro di hockey su pista “Valdagno – Lodi”, connotati da alti profili di rischio, sono rinviati alle valutazioni del Comitato di Analisi per la Sicurezza delle Manifestazioni Sportive, ai fini dell’individuazione di misure di rigore. Contestualmente, si dà mandato alle Leghe competenti di interessare le Società organizzatrici affinché sospendano, ovvero non inizino, la vendita dei tagliandi per i residenti nelle Regioni/Province di provenienza delle società ospitate, fino all’assunzione di determinazioni in merito“.