Fuga di gas in un palazzo: la Polizia salva una bimba di pochi mesi

Il mal funzionamento di una manopola collegata alla conduttura principale per l’erogazione del gas metano, ubicata al 4° piano di uno stabile in Vico Tinellari a Napoli, avrebbe potuto provocare una strage.

A evitare il peggio, l’intervento di alcuni agenti della Polizia di pattuglia in zona, richiamati da diverse persone che avvertivano un forte odore di gas. Proprio in quella zona, lo scorso 11 maggio una fuga di gas provocò un’esplosione che causò due vittime.

Immediate le operazioni di sgombero dell’intero stabile, rese difficoltose dal fatto che il gas aveva ormai letteralmente invaso tutti i locali. Durante le operazioni, gli agenti hanno portato via dallo stabile anche una bimba di pochi mesi, che abitava con la mamma all’ultimo piano del palazzo.

La fuga di gas – avvenuta proprio nell’appartamento all’ultimo piano abitato dalla giovane mamma e della bimba – è stata poi riparata grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco e del personale della Napoletanagas che ha ripristinato la conduttura, permettendo alle famiglie di fare rientro in casa dopo alcune ore.