Estorsione alla propria nonna, l’anziana minacciata anche in ospedale

È accusata di aver perseguitato la nonna malata per ottenere denaro: ora è attesa dal processo dopo la richiesta di giudizio immediato. La trentatreenne ragazza minacciava più volte l’anziana in questo modo: «Ti picchio a sangue come ho fatto con tuo fratello, ti aspetto fuori dalla Posta e ti lascio per terra». A.L. risponderà di maltrattamenti ed estorsione. La ragazza attendeva i giorni di riscossione della pensione per farsi consegnare il denaro contante dalla signora anziana, minacciata e picchiata sulle braccia. L’obiettivo della giovane erano i soldi. «Cerca di trovare i soldi entro stasera, altrimenti fai i conti con me», diceva la giovane, capace di recarsi in ospedale al Ruggi d’Aragona di Salerno per minacciarla, mentre era ricoverata, intimandole di procurarsi il denaro della pensione e di darglieli. Il 17 luglio scorso la giovane chiuse la nonna fuori casa, costringendola a chiedere di dormire dalla figlia, in un’altra abitazione. Tutto questo è riferito ad un periodo compreso tra il marzo 2018 e il successivo luglio. La ragazza è accusata anche di rapina.