ESCLUSIVA – Intervista al tecnico Mario Di Nola: il leone è tornato!

Togliete ad un uomo le passioni, cosa ne resta? Provate a domandarlo a Mario Di Nola, navigato e preparato tecnico di calcio. Autore di piccoli grandi capolavori, simpaticamente definibile un “pallonaro incallito”, chi frequenta l’ambiente ne conosce il significato e l’essenza. Problemi personali lo hanno tenuto lontano dal “carrozzone” per 5 lunghi anni. Adesso però è tornato!

Sul tecnico di Angri si sono piombate immediatamente tante squadre: un po di “D”, ma soprattutto l’eccellenza che vuole vincere. Anche un colloquio con il S. Antonio Abate, dove il tecnico ha buoni ricordi. La società abatese, però, deve ancora decidere sul progetto. C’è la possibilità di acquisire un titolo di eccellenza.

Abbiamo raccolto emozioni e sensazioni del rinato Di Nola – “Ho una gran voglia di rimettermi in gioco, spero di trovare un progetto serio ed ambizioso. Tornerò più forte di prima. Ho subito un ingiustizia ma ho avuto una gran forza d’animo” –

A testimoniare la stima per il tecnico è stato un plebiscito di messaggi da parte di tutti – “Ho ricevuto tanti attestati di stima da addetti ai lavori, calciatori, colleghi, tifosi. Questo mi ha dato la forza di combattere” –

Sarebbe stata una favola romantica ripartire proprio dalla sua città – “E’ vero, sarebbe bello. Ma il tecnico Gargiulo e l’ambiente tutto ha raggiunto un grosso risultato con la promozione in eccellenza ed è giusto che abbiano questa possibilità. Tiferò la mia città, merita ben altri palcoscenici” –