Era ai domiciliari, non ha resistito alla tentazione di recarsi allo stadio

I militari della Compagnia di Sala Consilina, diretta dal capitano Davide Acquaviva, hanno fatto scattare le manette ai polsi di un 47enne accusato di evasione.

L’uomo infatti si trovava al regime degli arresti domiciliari per aver minacciato di percuotere con un tronco di legno il proprio zio, anziano disabile ed allettato per una patologia, di staccargli l’ago-cannula di una flebo dal braccio e per aver estorto alla propria madre 100 euro per l’acquisto di bevande alcoliche. L’arrestato, senza alcuna autorizzazione del giudice, più volte aveva lasciato la sua abitazione per recarsi in diversi bar del circondario e, il 14 agosto scorso, si era recato allo stadio di Polla per assistere al triangolare di calcio “Taranto FC-Rotonda-Castel San Giorgio”.