Emergenza sicurezza per il personale sanitario. Ruggiero: “presidi di Polizia nei Pronti soccorso”

Napoli. Violenza contro il personale medico e infierimeristico. All’agenzia Ansa il dottor Manuel Ruggiero dichiara che laddove non è possibile avere la Polizia, poter utilizzare unità dell’Esercito potrebbe servire ad arginare la violenza nei Pronto Soccorso considerato oramai che si tratta di una vera e propria emergenza.

Il dottor Ruggiero, presidente di “Nessuno tocchi Ippocrate”, ha da poco sporto denuncia contro un gruppo di ragazzini che per costringere a socorrere un sedicenne per una distorsione al ginocchio, hanno sequestrato un’ambulanza e del personale all’ospedale Loreto Mare di Napoli. Ruggiero chiede, quindi, il ripristino dei presidi di Polizia nei Pronti soccorso, il riconoscimento della qualifica di pubblico ufficiale al personale sanitario in servizio nel 118 e negli ospedali, l’installazione al più presto di telecamere sia a bordo delle ambulanze sia sulla divisa degli operatori. “La gente ormai non ha più paura di niente, il problema è l’impunibilità di queste persone” gli fa eco Giuseppe Galano, direttore del 118.