Elezioni Regionali – M5S, Ciarambino: “Ecco come daremo 20mila case ai cittadini della Campania”

La candidata alla presidenza della Regione Campania a S. Giovanni a Teduccio presenta l’Operazione 4 Maggio: “70mila alloggi regionali senza manutenzione. Li riqualificheremo con i bonus del Governo””

“Il 4 maggio, nella tradizione popolare napoletana, è la data in cui avvenivano gli sfratti. Noi vogliamo che diventi l’emblema di un diritto ripristinato, ovvero il diritto alla casa dei nostri cittadini. Vogliamo dare 20mila nuove case a 20mila cittadini della Campania”. E’ quanto ha annunciato la candidata del Movimento 5 Stelle alla Regione Campania questa mattina, nel corso della conferenza evento “Operazione 4 Maggio”, al Parco Troisi di San Giovanni a Teduccio a Napoli.

“I nostri non sono numeri dati a caso. Ci sono 70 mila alloggi di edilizia residenziale pubblica del patrimonio regionale – spiega Ciarambino – che sono oggetto di una scarsissima manutenzione. Assocasa stima che 10mila case, tra patrimonio regionale e comunale, non siano assegnate per mancata manutenzione. Noi vogliamo assegnarle utilizzando anche gli strumenti che il Governo mette a disposizione: eco bonus, sisma bonus e bonus per il fotovoltaico. In aggiunta a questo ci sono 1200 immobili di proprietà della Regione, alcuni di questi non sono nemmeno mappati, e solo 92 sono dati in locazione. Noi vogliamo mappare il patrimonio regionale, riqualificarlo e restituirlo ai cittadini e non ai soliti ricchi proprietari alberghieri a cui viene fatto pagare per hotel di lusso di proprietà regionale un affitto da fame, mentre poi ci sono famiglie senza case. A seguito dell’emergenza Covid – prosegue la candidata alla presidenza della Regione Campania – ci saranno 10 mila nuove famiglie sfrattate: sono i nuovi poveri. Ci sono 4500 immobili requisiti alla criminalità organizzata, di cui circa un migliaio potrebbero essere trasformati in unità abitative. Quando si parla di edilizia residenziale pubblica si pensa solo a quelle 70mila famiglie che da anni aspettano una casa dalla Regione Campania o dai comuni, ma oggi il bisogno della casa riguarderà sempre più persone, famiglie giovani che non possono permettersi una casa, padri e madri che hanno perso il lavoro e non possono pagare l’affitto e dare un tetto ai propri bambini”.