Election Day – Pagani ecco la linea tracciata da Forza Italia, Lega e Udc

Competenza, ambizione, partecipazione e onestà, ecco la linea tracciata da Forza Italia, Lega e Udc del prossimo candidato sindaco di Pagani. Una fusione politica aperta a tutte le forze civiche, associazioni e movimenti per individuare un candidato a Palazzo San Carlo che sia sintesi di chiunque abbia a cuore il futuro di Pagani e dei paganesi.

Comunicato stampa congiunto Forza Italia, Lega e Udc 

Un percorso politico comune sancito “Ancora una volta siamo di fronte ad un momento delicato che influenzerà la vita della città di Pagani per i prossimi 5 anni di mandato e con riflessi certi sul futuro del prossimo decennio. La classe politica di Pagani dovrà, dunque e inevitabilmente, assumersi la responsabilità del “miglior governo”. E credo sia necessario, come non mai, un “governo di unità”. Un governo che vada oltre le ordinarie consuetudini che danno contenuto alla “politica per la politica” o, se volete, alla politica del “disimpegno e del protagonismo”. Pagani è, da tempo, “in estrema difficolta”. Le contrapposizioni, le liti, le denunce, le ostilità preconcette debbono cedere il passo al dovere di guardare a ben altri compiti. Nessun tradimento delle idee e dei programmi di partito, bensì, più semplicemente, un governo cittadino che si preannunci e si proponga, in forma di coalizione. Riaccendiamo, nelle nuove generazioni, la passione per una politica troppe volte prevaricata da interessi e da ambizioni personali. Pagani ha il diritto di essere guidata da chi saprà e dovrà farsi carico di aspettative, ad oggi ignorate, e di necessità malamente soddisfatte. Serve al paese ma soprattutto ai Paganesi che amano Pagani ancora e nonostante tutto. Pagani ha bisogno di restar fuori da vicende governate in nome della unità nazionale. E che non si pensi ad una grossolana comparazione tra le vicissitudini di un Paese che conta 35.000 abitanti e le più importanti emergenze che investono l’Italia intera. Pagani, pur legata alle linee guida nazionali, non potrà fare a meno di ambire ad una “sua unità cittadina”. È’ tempo di coalizzarsi in un unico progetto stilato e sottoscritto da più liste, politiche e civiche, previo accordi condivisi e siglati “alla luce del sole”. Occorre superare una emergenza che si è più volte riproposta, come causa di più default del governo cittadino. Tutto qui. Pagani non può più ancora ondeggiare tra maggioranze e opposizioni o tra un commissariamento e l’altro. È il momento della onestà mentale, dell’impegno, del rispetto alla Città. È il momento del contegno, dell’etica, e perché no… dell’orgoglio di saper fare. Questo si otterrà solo con patti chiari e seri. Basta con le logiche personali e basta con una politica che non ha saputo leggere i danni di una deriva in atto. È il momento di chi scende in campo e che voglia e sappia operare per il bene della città e dei cittadini. Gli appassionati di “una politica per la politica “e i seguaci del disimpegno non hanno reso onore alla città. Lo dicono i fatti”. Lo dichiarano in una nota congiunta la deputata di Forza Italia, Marzia Ferraioli, l’europarlamentare della Lega, Lucia Vuolo e Antonio Piccirillo dell’Unione di Centro. –

Un programma di rilancio del territorio e della città di Santi, Artisti e Mercanti, attraverso un confronto costruttivo, leale e ampiamente condiviso per Palazzo San Carlo.