Eccellenza B. L’Agropoli ricaccia indietro il Sorrento. L’Audax aggancia i rossoneri

Importanti risultati in vetta e pareggi “interlocutori” negli scontri salvezza: il quattordicesimo turno del girone B di Eccellenza ha regalato verdetti importanti soprattutto per le squadre di alta classifica.

Successo fondamentale per l’Agropoli, che si conferma infallibile tra le mura amiche: i delfini si aggiudicano il big match con il Sorrento e consolidano il primato. Gara chiusa già nel primo tempo, grazie ai gol di Apicella al 34’ e di Capozzoli al 44’. Per i rossoneri di mister Guarracino, reduci da dieci risultati utili di fila, arriva la quarta sconfitta stagionale: si ferma ad Agropoli, dunque, la grande rimonta dei costieri. In attesa della delicata trasferta con il Valdiano, la capolista Agropoli può vantare cinque punti di vantaggio sulle dirette inseguitrici.

Senza storia la gara tra Cervinara e Battipagliese: dopo due turni, i biancazzurri tornano al successo ed agganciano al secondo posto proprio il Sorrento. Caudini che ipotecano i tre punti già nella prima frazione, grazie a due calci di rigore realizzati da Befi. Ad inizio ripresa, le reti di Ciampi e della “lince” Zerillo rendono ancora più pesante il passivo per la squadra di mister Santosuosso. Nel finale, Befi realizza la personale tripletta e “serve la manita” ai bianconeri. Per gli ospiti, tanto bello quanto inutile il gol di Troiano, giunto in pieno recupero. Dopo quattro risultati utili di fila, crolla dunque la Battipagliese: zebrette che, ancora una volta, palesano gravi lacune difensive ed evidente sterilità offensiva. Per risollevare le sorti della storica squadra della Piana del Sele appare inevitabile un massiccio intervento sul mercato.

Rallenta ancora il Valdiano, che non va oltre l’ 1-1 nella difficile trasferta di Castel San Giorgio: fa tutto la squadra di Teggiano, che passa al 5’ della ripresa e – cinque minuti dopo – riequilibra la sfida con un autogol.

Ad approfittare del pareggio del Castel San Giorgio è la Virtus Avellino, che opera il sorpasso ai danni dei rossoblu e si inserisce così in piena zona play-off. Nell’unico anticipo del sabato, gli irpini superano di misura la Palmese: a decidere la sfida, un calcio di rigore realizzato allo scadere dal nuovo acquisto D’Andrea.

Torna a gioire il Nola: un gol alla mezz’ora di Olivieri – tesserato in settimana – consente alla squadra di mister Liquidato di superare l’Eclanese. Tre punti d’oro per i bianconeri, che non vincevano da cinque turni.

In parità, invece, le altre sfide salvezza. Tanto rammarico per il Faiano, che – nel momento migliore – si vede raggiungere dal Solofra: per la squadra di mister Turco, sfuma un successo che sarebbe stato fondamentale. La gara si infiamma nell’ultimo quarto d’ora: picentini in vantaggio con Pellegrino e subito vicini al raddoppio, con un colpo di testa di Erra che colpisce il montante. Conciari che restano anche in inferiorità numerica, in seguito all’espulsione di Rapolo. Nel momento più difficile, la squadra di mister Messina – grazie ad Avallone – riesce a conquistare il pari. A reti bianche, infine, le gare Sant’Agnello – Picciola e San Vito Positano – Costa d’Amalfi. Nei bassifondi della graduatoria, resta dunque quasi tutto invariato.

Eros Giuliano