Eccellenza B. Blitz dell’Agropoli, ora i delfini sembrano favoriti per la D

La penultima giornata del girone B di Eccellenza ha regalato risultati importanti: il successo esterno dell’Agropoli ai danni del Sorrento riapre ogni discorso in ottica primato. La netta affermazione permette alla squadra di mister Olivieri di guardare con ottimismo al finale di stagione. I delfini – consapevoli di avere un solo risultato a disposizione – partono forte: al 7’, il tentativo di Vincenzo Maione s’infrange sul palo. Al 27’ proprio l’attaccante biancazzurro trova il gol del vantaggio. Allo scadere del primo tempo, arriva il pareggio dei costieri: un colpo di testa di Guarro riporta in partita i rossoneri. Nel secondo tempo, però, i cilentani dilagano: al 29’, ancora Vincenzo Maione riporta avanti gli ospiti. Nove minuti dopo, Capozzoli mette al sicuro un successo fondamentale in chiave primato.

Clamoroso tonfo esterno per il Cervinara: i caudini crollano a Battipaglia. Partono bene i padroni di casa: al 3’, il tiro da fuori area di Campione si spegne sul palo. A passare avanti sono, però, i biancazzurri: al 20’, un colpo di testa di Befi rompe l’equilibrio. Nell’ultimo quarto d’ora della prima frazione si concretizza la rimonta dei bianconeri: al 33’, un calcio di punizione di Manzo riequilibra la sfida. Allo scadere del primo tempo, proprio l’attaccante bianconero trova la personale doppietta: un cross dalla destra – reso insidioso dal vento – beffa l’estremo difensore ospite e porta avanti la squadra di mister Viscido. Nella ripresa, le zebrette mettono al sicuro i tre punti: i gol di Rago (27’) e di Adiletta (47’)  fissano il risultato sul 4-1. La squadra di mister Viscido resta in corsa per un buon posizionamento play-out.

Torna al successo il Nola: i bianconeri battono a domicilio l’Eclanese e si confermano in zona play-off. Gara decisa nella ripresa: al 20’, Colonna porta avanti i bianconeri. Dopo appena sette minuti, Mocerino raddoppia e mette in cassaforte i tre punti.

Vince anche la Virtus Avellino: nel segno del solito Alleruzzo, gli irpini superano di misura la Palmese. Botta e risposta nel primo tempo: al 16’, biancoverdi avanti con il gol del centrocampista. Tre minuti dopo, Carnicelli di testa riequilibra la sfida. Al 4’ del secondo tempo, ancora Alleruzzo riporta avanti gli ospiti.

Tre punti ininfluenti per il Valdiano: i risultati provienienti dagli altri campi, infatti, rendono inutile la gara con il Castel San Giorgio. Ospiti avanti al 20’, grazie al gol di Malafronte. Nella ripresa, arriva la rimonta dei teggianesi: dopo il pareggio realizzato da Sorriso (16’), sale in cattedra Siciliano. La doppietta del centrocampista, però, serve a poco ai fini della classifica.

In coda, tutto facile per la Picciola: i biancorossi superano il fanalino di coda Sant’Agnello e guadagnano tre punti preziosi. Picentini avanti già al 18’, grazie al gol di De Maio. Alla mezz’ora, Merola mette al sicuro i tre punti. Nella ripresa, Mercogliano trova la rete del definitivo 3-0.

Derby a senso unico, invece, tra Costa d’Amalfi e San Vito Positano: trascinati da un super Mascolo – autore di una tripletta – i biancoblu conquistano tre punti pesanti in chiave salvezza. Gara sbloccata al 33’ del primo tempo e virtualmente chiusa nel primo quarto d’ora della ripresa.

Finisce a reti bianche, infine, la gara tra Solofra e Faiano. Un punto più utile ai conciari che ai biancoverdi: la squadra di mister Turco, infatti, è ormai condannata al penultimo posto in classifica.

Eros Giuliano