Eboli, la festa con l’acqua a pagamento

Così i gitanti ed i fedeli l’acqua hanno dovuto comprarla. «Eravamo abituati all’acqua di San Donato. Scoprire che è a pagamento è stata una sorpresa davvero singolare».
Il Comitato che ha organizzato la festa – l’associazione Amici di San Donato – ha spiegato: «Non c’è alcuna speculazione, le fontane sono state “chiuse” dal Comune per evitare spreco d’acqua». Nonostante l’affluenza di gente e la necessità di approvvigionarsi di acqua «abbiamo incassato 220 euro per la festa, soldi che doneremo alla chiesa- spiega Roberto Bonelli-. La siccità, infatti, sta inducendo tutte le amministrazioni a regolarsi in questo modo».

FONTE LA CITTA’