Eboli aderisce alle programmazioni di sviluppo delle aree costiere

Il Comune di Eboli aderisce alle programmazioni di sviluppo delle aree costiere ed attraverso una filiera istituzionale composta da Comuni e Distretti Turistici pone le basi per il recupero dell’area e la predispiszione di modelli di sviluppo possibile. «La proposta avanzata dai Distretti Turistici è finalizzata alla riqualificazione del corridoio costiero da Salerno a Capaccio-Paestum, in termini di infrastrutture e salvaguardia dell’ambiente – spiega Cariello -. Il programma punterà a rilanciare l’economia del territorio costiero, con particolare riguardo all’efficienza dei servizi e all’aumento dei livelli occupazionali».

Al nuovo programma di sviluppo e tutela delle aree costiere si arriva dopo un’intesa intercomunale sottoscritta nell’ottobre del 2016, quando i sindaci dei Comuni di Salerno, Pontecagnano Faiano, Battipaglia, Eboli, Capaccio Paestum e Agropoli concordarono un protocollo comune. «L’intesa riguardava programmi condivisi di pianificazione territoriale, con investimenti pubblici e privati in una logica di partenariato e sviluppo – spiega il sindaco -. Inoltre, fu dato mandato ai Distretti Turistici di approntare studi di fattibilità ed ora al Comune di Salerno, capofila della filiera, è stato consegnato il master plan».

A marzo scorso, infine, i Comuni di Salerno, Pontecagnano Faiano, Battipaglia, Eboli, Capaccio-Paestum e Agropoli hanno presentato il documento strategico, delineandone i contenuti e le linee guida. «Il masterplan – conclude il sindaco -, rappresenta un indirizzo strategico per il sistema turistico del corridoio costiero Salerno-Agropoli, indispensabile per un vero programma di sviluppo delle aree costiere. Per questo mi sono fatto promotore di un ufficio di piano intercomunale, che pianifichi gli interventi condivisi».