Disastro Turris, da 2-0 a 2-5 in un tempo. Messina fa festa

Non era un sogno, era pura utopia. Lo ha confermato nella fatal Messina la Turris che ha perso 5-2 contro l’ACR in una partita che resterà nella storia. Corallini in vantaggio 2-0 nel primo tempo, ma che nella ripresa incassano ben 5 gol per una sconfitta senza attenuanti per Franco Fabiano e i suoi ragazzi. Probabilmente, in settimana si è pensato più al caso Malatella che a preparare una partita che doveva essere affrontata con un piglio decisamente differente, visto anche il modo in cui si è rafforzata la squadra siciliana. E pensare che la Turris va in vantaggio al 20’ con Vacca, con una conclusione dal limite dell’area e raddoppia con Aliperta al 29’ dopo un fallo subito da Celiento. Poi, nella ripresa l’uragano Messina che travolge la Turris, prima con la rete di Catalano, poi con Traditi, ancora con Ferrante, poi con Marzullo e infine con Arcidiacono che esalta i giallorossi al Franco Scoglio. Nel finale, tanto per rendere ancora più amara una giornata indimenticabile in negativo, come lo è stata in positivo quella di domenica scorsa, Celiento si fa espellere. Finisce 5-2, per Fabiano ci sono tante cose da risistemare, soprattutto nella personalità della squadra.